Huawei: Tribunale Ue respinge ricorso Chanel su 'somiglianza' marchio

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Bruxelles, 21 apr. – (Adnkronos) – Il Tribunale Ue ha respinto il ricorso di Chanel contro la registrazione di un marchio di Huawei stabilendo che "i marchi figurativi in conflitto non sono simili" anche perché "i marchi devono essere comparati per come sono stati registrati o richiesti, senza modificare il loro orientamento".

A settembre 2017, Huawei aveva presentato una domanda di registrazione di marchio all’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (Euipo), con un logo raffigurante un cerchio che contiene due curve simili a due lettere U che si intersecano su un asse verticale. A dicembre 2017 Chanel aveva proposto opposizione lamentando similitudini con i suoi marchi francesi – con il 'classico' incrocio orizzontale di due lettere C – registrati precedentemente per profumi, prodotti cosmetici, bigiotteria, articoli in cuoio e capi di abbigliamento.

A novembre 2019, l’Euipo aveva respinto la domanda di Chanel definendo il marchio richiesto da Huawei "non simile" a quello del brand francese e affermando che "non sussisteva rischio di confusione da parte del pubblico". Oggi la sentenza definitiva con cui il Tribunale dell’Unione europea respinge il ricorso di Chanel che chiedeva l’annullamento della decisione dell'Ufficio per la proprietà intellettuale.