Huawei: Usa fanno cyberattacchi e intimidiscono nostri dipendenti

Mos

Roma, 4 set. (askanews) - Il gigante cinese delle telecomunicazioni Huawei ha accusato il governo degli Stati uniti di usare "ogni strumento a sua disposizione" per danneggiarlo, compresi cyberattacchi e minacce ai suoi dipendenti.

In un comunicato Huawei ha sostenuto che gli Usa hanno arrestato illegalmente membri del suo staff, hanno lanciato attacchi per infiltrare i sistemi informatici interni e hanno inviato agenti dell'FBI per intimidire dipendenti.

"Condanniamo fortemente lo sforzo maligno e concertato del governo Usa di screditare Huawei e danneggiare la sua posizione di leadership nell'industria", ha scritto l'azienda.

Il comunicato di Huawei viene dopo che il Wall Street Journal ha detto che Huawei è sotto inchiesta per furto di brevetti per le fotocamere dei suoi smartphone. Il gigante cinese respinge le accuse.