Huffpost weekend, tra vintage, foliage e una torta pere e cioccolato

·6 minuto per la lettura

Ne abbiamo parlato qualche settimana fa in rubrica, e in un articolo molto approfondito: il vintage è ufficialmente il trend del momento. Non solo per necessità economica, o ecologica.

A dirlo è anche Serena Autorino autrice di “Grazie, è vintage!” (Sonda Edizioni). Queste le sue parole precise: “non sono solo vestiti, ma sono storie d’amore”. Storie di famiglia, che lei racconta nel libro (il completo di Byblos, o la gonna midi di Valentino) o di camicie da notte di tre taglie più grandi trasformate in abiti, di abiti da un euro e di quelli senza prezzo come l’Husky del nonno paterno. Autrice anche di un blog - The Peter Pan Collar - ci spiega che il vintage è sempre esistito (per fortuna!), parla di case history, di icone a cui ispirarci, di film a cui fare riferimento per creare uno stile adeguato. Ma offre anche una guida per orientarsi tra prezzi, materiali e tessuti da riconoscere. Ci avverte sull’oggetto più rischioso da comprare al classico mercatino delle pulci: i gioielli. E ci suggerisce quello da acquistare assolutamente: i foulard con stampa optical anni ’60 e ’70.

Grazie, è vintage! (Photo: SONDA EDIZIONI)
Grazie, è vintage! (Photo: SONDA EDIZIONI)

Cosa leggere

Una lettura da fare in famiglia.
Elena Favilli torna con “Storie della Buonanotte per bambine ribelli. 100 Donne Italiane Straordinarie”(Mondadori). “Una nuova generazione sta crescendo - dice Favilli nell’introduzione - determinata a fare dell’uguaglianza di genere una priorità in tutti gli ambiti della nostra vita, pubblica e privata. E quella generazione siete voi bambine e bambini, ragazze e ragazzi, già consapevoli senza nessuna esitazione del fatto che solo la piena parità di diritti e opportunità può garantire un futuro più ricco ed equo per tutti”.

A confermarlo ci sono tante donne meravigliose. Maria Gaetana Agnesi “Oracolo Settelingue” prima donna a pubblicare un’opera matematica. Rifiutò la proposta di insegnare matematica all’Università di Bologna per aiutare le persone bisognose. Passò la vita al Pio Albergo Trivulzio, ricovero per anziani e indigenti, come direttrice del reparto femminile. La regina dell’editoria, Inge Shonthal Feltrinelli ma anche Gianna Vitali fondatrice, insieme al marito, de La Libreria dei Ragazzi che dice nelle pagine del libro”Bisognava cominciare a cambiare il mondo da qualche parte. E quella parte non poteva che essere quella dei bambini”.

Storie della buonanotte per bambine ribelli, 100 donne italiane straordinarie (Photo: MONDADORI)
Storie della buonanotte per bambine ribelli, 100 donne italiane straordinarie (Photo: MONDADORI)

Cosa guardare

Servono un po’ di sorrisi, eccoli garantiti da Vita da Carlo (Prime Video). Una serie comedy in dieci puntate, la prima della sua carriera, in cui Verdone interpreta se stesso in un’irresistibile vicenda comica in cui si intrecciano realtà e finzione. Protagonista di una storia che - come la sua vita - ha il sapore del paradosso, l’attore e regista rivela aspetti inediti della sua personalità con un prorompente humour, regalando allo spettatore momenti esilaranti. Una nuova avventura creativa ed un linguaggio moderno per un’icona del cinema che racconterà ad un pubblico internazionale una storia tutta italiana ma fatta di sentimenti ed emozioni che sono universali. Al suo fianco un cast di attori che vestono i panni di persone reali (la moglie, i figli, la storica governante) e di personaggi creati dal talento del regista e dei suoi sceneggiatori.
Io ad esempio vorrei sapere se l’ex della figlia Maddalena è esistito davvero.

Dove andare

Con la speranza che dopo le abbondanti piogge della settimana che si è appena chiusa ci siano ancora foglie colorate appese agli alberi. Un paio di idee su dove trovarle.

Al Parco del Respiro di Fai della Paganella, un luogo dove è possibile passeggiare tra gli alberi e praticare il Forest Bathing, l’antica pratica giapponese che, grazie all’immersione totale nella foresta, aiuta ridurre lo stress, a normalizzare la pressione sanguigna e a innalzare le difese immunitarie. Per ottenere dei benefici è importante trascorrere all’interno del bosco almeno una decina di ore nell’arco di una settimana.

Sempre in zona. Il Giro dei Masi di Andalo è una semplice passeggiata adatta a tutta la famiglia e che porta alla scoperta della storia del paese — un tempo composto da tredici piccole frazioni — svelando i suoi angoli più unici e particolari. A fare da sfondo al percorso di circa 6,5 chilometri le Dolomiti di Brenta e la loro tavolozza autunnale, che rende il giro ancora più suggestivo. Per completare la giornata in famiglia, inoltre, c’è il vicino Sarnacli Mountain Park, un percorso didattico sensoriale in mezzo alla natura dove i bambini possono scoprire tutti i segreti delle Dolomiti giocando all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta, l’area protetta più estesa del Trentino.

La mappa del foliage nelle Dolomiti Paganella (Photo: hp)
La mappa del foliage nelle Dolomiti Paganella (Photo: hp)

Cosa ascoltare

A proposito di talento e storie straordinarie, su Storie Libere c’è Les Diaboliques.
Chiara Tagliaferri racconta l’impresa di Angela e Luciana Giussani, le due sorelle milanesi che hanno ammaliato milioni di lettori con un eroe cattivo e controcorrente. La leggenda vuole che tutto nacque a causa di un romanzo abbandonato su un treno, trovato da Angela. Racconta Luciana: “Mia sorella nel 62 rileggendosi un Phantomas e poi Lupin e ispirandosi a questi due personaggi ha creato Diabolik”.

Nella prima puntata si fa riferimento anche a un video con ricetta in onore di Diabolik. Cose d’altri tempi, non proprio da Masterchef.

Cosa cucinare

I dolci di Jasmine Mottola si chiamano “I dolci di Tortinsù. Ricette semplici e naturali... senza lattosio, ma con un gatto sul davanzale”. Il gatto in questione si vede, e si chiama Walle, coinquilino di Jasmine che ha un sogno: diventare una saggia signora vintage con le mani profumate di biscotti. Il libro ha una grafica molto bella, curata da Luisa Cappa: sembra tra fotografie e illustrazioni, il classico quaderno di ricette. Di quelli in cui appunti idee, accorgimenti, e disegnetti. Le ricette, come dichiarato nel sottotitolo, sono senza lattosio, perfette per chi è intollerante ma anche per chi vuole ridurre l’uso del latte e dei suoi derivati.

Qui la sua ricetta della torta pere e cioccolato, senza lattosio.

Torta pere e cioccolato tratta da “I dolci di Tortinsù. Ricette semplici e naturali... senza lattosio, ma con un gatto sul davanzale” (Gribaudo editore) (Photo: Foto e ricetta di Jasmine Mottola)
Torta pere e cioccolato tratta da “I dolci di Tortinsù. Ricette semplici e naturali... senza lattosio, ma con un gatto sul davanzale” (Gribaudo editore) (Photo: Foto e ricetta di Jasmine Mottola)

Ingredienti per uno stampo di 22 cm di diametro. 2 pere, 50 gr di cioccolato fondente, 260 ml di latte di mandorla, 130 g di zucchero grezzo di canna, 70 ml di olio di mais, 260 g di farina, 10 g di cacao, 10 g di lievito per dolci.

Procedimento. Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria oppure nel forno a microonde e lasciatelo intiepidire. Nel frattempo, versate il latte di mandorla in una ciotola insieme a zucchero e olio e mescolate per qualche minuto finché lo zucchero non si sarà sciolto. Unite la farina setacciata, il cacao e il lievito e amalgamate con una frusta fino a ottenere un composto liscio e senza grumi. A questo punto versate il cioccolato fuso e continuate a mescolare.
Per finire, sbucciate e tagliate a tocchetti una pera più un’altra metà e unitele all’impasto.
Versate l’impasto nella tortiera rivestita con carta da forno e decorate la superficie della torta con la metà della pera avanzata tagliata a fettine. Cuocete la torta per 40 minuti a 170°C in forno ventilato preriscaldato.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli