"Huggy Wuggy è un pupazzo pericoloso per bimbi": l'allarme della polizia postale

"Huggy Wuggy è un pupazzo pericoloso per bimbi": l'allarme della polizia postale
"Huggy Wuggy è un pupazzo pericoloso per bimbi": l'allarme della polizia postale

La polizia postale ha lanciato un alert sul pupazzo Huggy Wuggy. "Potrebbe essere pericoloso per bimbi più piccoli", ha fatto sapere la polizia, che cerca di sensibilizzare i genitori affinché evitino che i loro figli giochino con Huggy Wuggy.
Il pupazzo blu con le labbra rosse e i denti affilati è uscito da un gioco horror dedicato a ragazzi con più di 13 anni. Secondo la polizia postale, Huggy Wuggy potrebbe generare ansie e paure nei più piccoli. Uno studio condotto a scopo preventivo dagli psicologi dell'Unità analisi del crimine informatico avrebbe confermato questo rischio dopo che via social vi era stata una grande mobilitazione di mamme.

LEGGI ANCHE: Attenzione a Huggy Wuggy, il pupazzo che terrorizza i bambini

GUARDA ANCHE IL VIDEO: L'elfo birichino che fa impazzire i bambini

Il problema si è posto dopo che il pupazzo è "uscito" dal videogioco ed ha avuto un'ampia diffusione tra alcuni youtuber seguitissimi dai bimbi più piccoli. "Non ci sono esigenze preventive di tipo criminale", ha spiegato il direttore della polizia postale, Ivano Gabrielli, che ha aggiunto: "Studiando i video e le attività in rete abbiamo ritenuto opportuno dare un alert prudenziale per sensibilizzare le famiglie rispetto a quello che è un contenuto pericoloso per i bambini al di sotto dei tredici anni".

LEGGI ANCHE: Al via la 5a edizione di Toys Milano & Bay-b

Gabrielli ha aggiunto: "Diversi specialisti clinici e la stessa polizia britannica hanno evidenziato la necessità di fare questa opera di sensibilizzazione e la Polizia Postale ha dato il suo contributo. Tuttavia, sottolineare la pericolosità per i più piccoli di Huggy Wuggy è anche l'occasione per sensibilizzare i genitori sui contenuti che in generale i loro figli guardano in rete". Gabrielli ha, quindi, invitato i genitori a navigare con i propri figli ed "educarli a una navigazione consapevole", anche fornendogli "gli strumenti giusti per orientarsi e capire quel mondo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli