Hugh Grant: "Renée Zellweger, l'unica con cui non ho litigato. Julienne Moore mi disprezza. Barrymoore mi odia"

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
Hugh Grant; Renée Zellweger e Hugh Grant in immagine di repertorio (Photo: getty)
Hugh Grant; Renée Zellweger e Hugh Grant in immagine di repertorio (Photo: getty)

Renée Zellweger? È una delle poche colleghe con le quali non ho litigato”. A confessarlo è Hugh Grant che, in collegamento durante The Jess Cagle Show, ha parlato del rapporto con le compagne di lavoro, svelando gli ottimi rapporti che ancora lo legano all’attrice con cui ha girato i primi due capitoli di Bridget Jones.

Nei film tratti dai romanzi di Helen Fielding, Hugh Grant prestava il volto a Daniel Cleaver. Sulla protagonista delle pellicole, l’attore inglese ha detto: “Renée è una brava persona, dotata di un immenso talento. Avete visto la sua Judy Garland? Questo significa saper recitare”.

“Adoro Renée. È una delle poche attrici con le quali non ho litigato. Andiamo molto d’accordo e ci scambiamo ancora lunghe email. Le sue, in particolare, sono lunghe: settanta pagine, almeno, piene di cose interessanti, ma piuttosto difficili da decifrare”, ha aggiunto ironico.

Sulle altre colleghe con le quali ha condiviso il set, Hugh Gran ha svelato: “Julianne Moore è un’attrice brillante, ma mi disprezza. Emma Thompson è intelligente, divertente, ma è matta come un cavallo. Sandra Bullock? Un genio, ma ha troppi cani. Rachel Weisz è bellissima e ha un grande talento, ma mi detesta. Drew Barrymore? Temo di averla fatta piangere e credo che ora mi odi”.

Leggi anche...

Hugh Grant: "Il Covid? Pensavo di impazzire: annusavo fiori e spazzatura sperando di sentire odori"

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.