Hugh Jackman: dopo “The son” non sono più il padre che ero prima

featured 1647823
featured 1647823

Milano, 13 set. (askanews) – Interpretare un padre alle prese con i problemi di salute mentale di un figlio ha cambiato per sempre il modo di essere padre di Hugh Jackman. Lo ha raccontato lo stesso attore parlando dal Toronto film festival di “The son”, il figlio, il suo ultimo film.

“Come padre, davvero posso capire quella sensazione di impotenza che a volte provi quando sai di amare e conoscere tuo figlio più di chiunque altro, ma in realtà non sempre conosci le risposte, in particolare quando si tratta di problemi di salute mentale”, ha spiegato.

L’attore ha deciso di vedere il film per la prima volta coi suoi figli. “Quella sera abbiamo avuto una conversazione fantastica, e spero che sia lo stesso per le persone in tutto il mondo che guardano questo film. Non è un film facile da vedere, ma queste sono conversazioni importanti da avere”.

“Ora – ha aggiunto – è molto più probabile che dica, ‘non so, non sono sicuro di cosa fare. Parliamone’ oppure parlo delle mie stesse ansie, cosa che non ero abituato a fare prima. Quindi mi ha cambiato”.