Human Technopole nomina direttore Centre for Health Data Science

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 lug. (askanews) - Emanuele Di Angelantonio, medico, epidemiologo e statistico medico, guiderà il Centre for Health Data Science (precedentemente noto come Centro Analisi, Decisioni e Società) di Human Technopole, l'istituto per le scienze della vita con sede a Milano. Il centro è stato sviluppato in partnership con il Politecnico di Milano e svilupperà diversi filoni di ricerca, tra cui l'Applied Health Analytics in collaborazione con il Politecnico di Milano. La missione del Centro è l'analisi e l'integrazione su larga scala dei dati clinici e sanitari.

Formatosi in medicina cardiovascolare in Italia e in Francia, Di Angelantonio è attualmente professore di epidemiologia clinica all'Università di Cambridge. Ha dato contributi fondamentali all'epidemiologia clinica e alla ricerca sanitaria applicata ed è autore di numerosi studi pubblicati su importanti riviste scientifiche internazionali. Nel 2020, è stato incluso nell'elenco "Highly Cited Researchers 2020" di Clarivate, che riconosce gli autori degli articoli di ricerca più influenti in tutto il mondo. Accanto al suo ruolo in Human Technopole, Emanuele rimarrà attivo presso l'Università di Cambridge, aiutando a stabilire partnerships strategiche tra i due istituti.

Emanuele Di Angelantonio - informa Human Technopole - guiderà il Centro con l'obiettivo di far avanzare e progredire lo sviluppo della scienza dei dati sanitari in Italia: mobilitando e raccogliendo sistematicamente "big data", veicolando una raccolta di informazioni agnostica e dinamica, e offrendo una linea di ricerca che permetterà di comprendere meglio i determinanti clinici, molecolari, comportamentali e ambientali delle malattie croniche a beneficio dei pazienti e della società.

"Grazie all'analisi di dati su larga scala, e alla partnership con il Politecnico, il nostro Centro - spiega Emanuele Di Angelantonio, direttore del Centre for Health Data Science di Human Technopole - potrà aiutare a comprendere e, di conseguenza prevenire e curare diverse malattie, permettendoci di identificare e sviluppare metodi nuovi e applicabili per migliorare la salute delle persone. Il nostro obiettivo è di migliorare la conoscenza delle malattie attraverso lo studio integrato ed innovativo di dati clinici, biomolecolari, di imaging, e di informazioni provenienti da dispositivi indossabili. Il fine ultimo è quello di creare nuove infrastrutture informatiche, capacità analitiche, metodi di analisi dati per supportare programmi di ricerca multidisciplinari che consentano di accelerare la ricerca sanitaria in Italia".

"Con la nomina di Emanuele Di Angelantonio - commenta il direttore di Human Technopole Iain Mattaj - si completa il primo turno di reclutamento della leadership scientifica di Human Technopole. Il Centre for Health Data Science rispecchia il nostro approccio globale alle scienze della vita che abbraccia non solo la ricerca di base, ma intende anche dare un supporto, attraverso l'uso di intelligenza artificiale e analisi dei big data, alla gestione della sanità pubblica. Entrambi questi aspetti sono complementari e funzionali all'obiettivo di Human Technopole di migliorare salute e benessere delle persone".

Il Centre for Health Data Science si propone di diventare un'istituzione di riferimento per l'analisi dei dati sanitari. Raccoglierà dati e informazioni da una varietà di fonti instaurando un dialogo con i distretti sanitari regionali, gli ospedali e le società scientifiche nazionali. Il Centro integrerà dati clinici con fattori di rischio socioeconomici e ambientali per identificare profili di vulnerabilità al fine di stimolare strategie mirate. Inoltre, lavorerà per promuovere soluzioni per l'analisi dei dati, sviluppando e integrando nuovi metodi analitici con l'epidemiologia clinica e la ricerca sanitaria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli