Hyundai e Kia investono 100 mln euro in start-up EV Arrival

Lzp

Milano, 16 gen. (askanews) - Hyundai e Kia hanno annunciato un investimento di 100 milioni di euro in una nuova partnership con Arrival, start-up di veicoli elettrici con sede nel Regno Unito. Attraverso la partnership, Hyundai e Kia che investiranno rispettivamente 80 e 20 milioni di euro, intendono introdurre furgoni elettrici di piccole e medie dimensioni, ed altri prodotti elettrificati a prezzi competitivi per servizi di logistica, ride-hailing e navetta in particolare in Europa. La piattaforma elettrica scalabile di Arrival può essere adattata a diverse categorie e tipologie di veicoli e Arrival, Hyundai e Kia intendono sfruttarla anche per lo sviluppo di una gamma di Purpose Built Vehicles (PBV).

"Il mercato dei veicoli ecologici in Europa crescerà rapidamente grazie all'introduzione di ulteriori normative ambientali. Attraverso lo sviluppo congiunto dei veicoli commerciali elettrici con Arrival, saremo in grado di ottenere un vantaggio competitivo e di affermare progressivamente la nostra leadership nel mercato globale dei veicoli ecologici, con l'Europa in prima linea", ha dichiarato Albert Biermann, presidente e capo della divisione Ricerca e Sviluppo di Hyundai. "Arrival ha creato una rivoluzionaria categoria di prodotti, i veicoli elettrici di seconda generazione. Hyundai e Kia hanno realizzato veicoli straordinari dalla qualità senza compromessi e condividono la nostra visione per un futuro di mobilità elettrica", ha dichiarato Denis Sverdlovsk, Ceo di Arrival.

Fondata nel 2015, Arrival ha impianti di produzione e centri di ricerca e sviluppo in Stati Uniti, Germania, Singapore, Russia e Regno Unito. Il punto di forza dell'azienda risiede nella sua piattaforma per veicoli "skateboard", completamente scalabile per adattarsi a più tipi di veicoli, con una struttura modulare dei componenti che incorpora un pacco batteria, un motore elettrico e i componenti di trasmissione. "Questo investimento fa parte di una strategia di open innovation perseguita da Hyundai e Kia. Accelereremo gli investimenti e la cooperazione con le aziende dotate di tecnologie avanzate come Arrival per rispondere alla rapida evoluzione del mercato dei veicoli ecologici", ha dichiarato Youngcho Chi, presidente e Chief Innovation Officer di Hyundai.

La partnership con Arrival, che segue l'investimento di maggio 2019 da 90 milioni di dollari in Rimac, azienda croata di veicoli elettrici ad alte prestazioni e a settembre 2019 in Ionity, la più grande rete europea di ricarica veloce, permette a Hyundai di accelerare la sua strategia Two-track per fornire soluzioni per il mercato europeo di veicoli commerciali completamente elettrici e a celle a combustibile di idrogeno. Per sostenere ulteriormente questa strategia, Hyundai ha recentemente costituito Hyundai Hydrogen Mobility (HHM), joint venture tra Hyundai e H2 Energy, la società svizzera di energia a idrogeno. L'obiettivo è quello di esportare 1.600 camion a idrogeno in Europa entro il 2025, facendo seguito alla prima esportazione in Europa avvenuta il 3 gennaio nell'ambito di un programma pilota.