Hyundai svela gli interni della Ioniq 5

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

In attesa dell'anteprima mondiale prevista il prossimo 23 febbraio, Hyundai ha rilasciato alcune immagini degli interni della nuova Ioniq 5, il primo veicolo elettrico a batteria (BEV) ad utilizzare la nuova piattaforma modulare elettrica globale (E-GMP) dedicata ai veicoli a zero emissioni. La piattaforma lascia spazio per un passo più lungo ed un pavimento più piatto rispetto ai crossover di medie dimensioni con propulsori convenzionali, consentendo un design interno rivoluzionario. La batteria piatta consente di ottenere uno spazio interno arioso ed adattabile, offrendo una mobilità personalizzata con configurazioni flessibili per ospitare comodamente sia i passeggeri che i carichi. Il conducente ed i passeggeri di Ioniq 5 possono entrare e uscire da entrambi i lati dell'abitacolo perché il pavimento piatto consente alla console centrale di scorrere avanti e indietro. Ciò ha portato a riprogettare la console centrale ed offrire una funzionalità maggiore rispetto a quella di un alloggiamento statico.

La nuova 'Universal Island' sostituisce la console centrale e diventa il fulcro dell'esperienza all'interno di Ioniq 5. I sedili anteriori sono dotati di poggiapiedi che consentono ai passeggeri di rilassarsi durante la ricarica del veicolo. Tutti i sedili possono inoltre essere regolati e riposizionati, in modo che gli adulti sui sedili anteriori possano più facilmente prendersi cura dei bambini o degli animali domestici su quelli posteriori. Infine gli interni sono arredati con materiali e tessuti sostenibili come ecopelle, vernici biologiche, e fibre naturali e riciclate. Altre finiture morbide in tutto l'abitacolo sono costituite da tessuti derivati da fibre sostenibili come componenti biologiche della canna da zucchero, filati di lana e polimeri, nonché materiale tessuto da fibre realizzate con bottiglie di plastica PET riciclate. Superfici come cruscotto, interruttori, volante e pannelli delle porte sono rivestite con una vernice biologica in poliuretano composta da oli di fiori di colza e mais.