I 10 trucchi in cucina per risvegliare la passione

Stefania Leo

"Mi diverto a confrontare la passione per il cibo con quella per il sesso. Sono due universi paralleli ed entrambi rappresentano un modo di comunicare istintivo, imprevedibile e coinvolgente". A dirlo, Franco Trentalance, pornoattore e autore di una delle due prefazioni del libro "ErosKitchen" (Apertis Verbis), un ricettario sui generis che combina le ricette afrodisiache dello chef Alessandro Salamone, la filosofia erotica di Monica Micheli e gli scatti erotici di Alessandra Peri.

"Dopo la maternità mi sono riscoperta più femmina", racconta Monica Micheli. "In quel momento ho iniziato a interessarmi al mondo dell'eros. Sono da sempre un'appassionata di cucina e ho iniziato ad accostare questa passione all'erotismo, ma non al modo in cui lo racconta oggi il porno, troppo basato sulla vista e deleterio per il desiderio femminile. Perché l'eros è suggestione, desiderio, eleganza, sottintesi...".

Così Monica ha iniziato a guardare ai fornelli con uno spirito diverso, giocoso e appassionato. La sua strada si è unita a quella di Alessandro Salamone, un giovanissimo chef curioso e fantasioso che ha saputo interpretare il concetto di eros raccontato da Monica in piatti sofisticati e allo stesso tempo semplici, conditi dalla spiccata passione di Salamone per i fiori. "Quando ci siamo incontrati e gli ho esposto la mia idea di eros in cucina, ho lasciato ad Alessandro piena libertà. Gli ho dato una lista di ingredienti da combinare insieme e poi lui, con la sua fantasia e la sua ironia, ha fatto il resto".

È proprio l'ironia il fil rouge che unisce l'esperienza dei tre autori di ErosKitchen che, sintetizzata con l'eros, crea quella chimica che ci fa amare il burlesque. "Il burlesque riassume molto bene l'eros femminile: è un'arte che porta ad apprezzare se stesse e valorizzare il proprio corpo per quello che è, insegna a proporsi con ironia, semplicità e complicità con il proprio essere. E alla fine resta la donna a dirigere il gioco".

In cucina dunque si può creare ed eccitare: ecco i 10 trucchi da mettere in pratica per creare una cena ad alto tasso erotico.

UN INGREDIENTE, DA SOLO, NON BASTA. La natura ha creato per noi cibi afrodisiaci ma, presi da soli, non possono risvegliare la passione. Vanno valorizzati. Quindi non pensate che le ostriche da sole possano fare tutto il lavoro...

IL LOOK DEL PIATTO. L'impiattamento, il colore, i profumi dei cibi portati in tavola, i sapori accostati: tutti questi elementi vanno combinati in un piatto capace di parlare al proprio commensiale di sesso e passione. Completando il tutto con il tovagliato giusto, porterete in tavola una bomba erotica.

IL PROPRIO LOOK. Se sapete portarla, anche la tuta va bene. L'essenziale è che il vostro look durante la cena sia ammiccante: anche solo due bottoni slacciati in più in una camicetta, possono suggerire paradisi da esplorare...

IRONIA. Raccontate i vostri piatti con ironia e creatività, per creare un percorso suggestivo intorno a ciò che avete preparato. Il gioco è una componente fondamentale dell'eros.

COLONNA SONORA. In ErosKitchen ogni piatto è accompagnato da una proposta musicale. Nell'ottica di stimolare tutti i sensi, anche l'udito può giocare un ruolo importante.

COMPLICITA'. Nessuna donna vuole intrusi in cucina, ma per una cena ad alto tasso erotico, cercate di fare un eccezzione e ammettere il vostro compagno ai fornelli. Dategli compiti che sia in grado di svolgere (o lasciate cucinare lui, se non siete capaci), ma condividete lo spazio creativo, dividendovi le mansioni in modo giocoso.

IL VINO. Questo di solito è un compito riservato agli uomini: anche la scelta del vino giusto racconterà alla partner cosa lui sa di lei.

GIOCARE. Mentre mangiate, divertitevi: imboccatevi, stuzzicatevi. Il finger food può essere provvidenziale per questo scopo...

DOLCE E SALATO. Se volete conquistare una donna, puntate tutto sul dolce. Se il vostro obiettivo è irretire il vostro lui in una rete di passione, sbizzarritevi con il salato.

VIVA LA SEMPLICITA'. Non fate piatti troppo elaborati: preparate cose digeribili e fresche. Il fritto va bene, certo, ma evitate una ricca frittura di paranza, se aspirate a un bollente dopocena...

PRIMA DI ARRIVARE AL DUNQUE... LA TISANA. Terminate il pasto con una tisana digestiva allo zenzero, chiodi di garofano e cannella: si tratta di una rivisitazione del té eritreo, dai potenti effetti afrodisiaci.