I migliori film horror tratti dal cinema giapponese

Sono gli horror che arrivano dal Giappone e che da anni sanno riscuotere ottimo successo di pubblico anche da noi.

Spaventosi, a volte al limite del ridicolo, capaci di inserire i più classici stereotipi del cinema dell’orrore nel contesto più tradizionale del cinema nipponico. Sono gli horror che arrivano dal Giappone e che da anni sanno riscuotere ottimo successo di pubblico anche da noi. Titoli più o meno noti, ma molti dei quali hanno visto dei remake occidentali di grande successo.

Ma iniziamo con gli esordi nipponici nell’horror, andando indietro nel tempo, partendo da Onibaba, film del 1964, che racconta la storia di due donne nel 14° secolo che uccidono i soldati per vendere le armi e le armature. E quando nella coppia si inserisce anche un uomo, le cose sfuggono di mano. Quattro anni dopo è la volta di Kuroneko, firmato anch’esso da Kaneto Shindo, e che ancora una volta vede protagoniste due donne assassine.

The Ring è un film del 2002 diretto da Gore Verbinski. La sceneggiatura venne scritta da Ehren Kruger e interpretato da Naomi Watts.

Da qui si parte per raccontare, invece, quei film nipponici che hanno influenzato Hollywood e non solo. Del 1998 è Ringu, di Hideo Nakata. Nel 2002 arriva la versione occidentale “The Ring”, diretta da Gore Verbinski. Ancora una volta protagoniste femminili, questa volta due adolescenti alle prese con una videocassetta ‘assassina’. Nel 2003, invece, in Giappone esce il film di Takashi Shimizu Ju-on: Rancore. E un anno dopo lo stesso Shimizu firma The Grudge, remake americano che racconta la vendetta degli spiriti che si trasformano in assassini seriali in una casa infestata.

Dark Water è un film del 2005 diretto da Walter Salles con Jennifer Connelly, Ariel Gade, John C. Reilly e Tim Roth.

E’ ancora Hideo Nakata a ispirare il cinema americano. Nel 2005 esce Dark Water, remake dell’omonimo film di Nakata del 2002. Dark Water è diretto da Walter Salles con Jennifer Connelly, Ariel Gade, John C. Reilly e Tim Roth. Tornano protagoniste le donne, con il fantasma di una ragazzina morta che perseguita madre e figlia a Manhattan.

The Eye è un film del 2008 diretto da David Moreau e Xavier Palud, remake di Ging Gwai, film cinese dei fratelli Pang.

Chiudiamo questa carrellata con un film di grande successo, ma che in verità è il remake di un film horror cinese, e non giapponese. The Eye è un film del 2008 diretto da David Moreau e Xavier Palud, remake di Ging Gwai, film cinese dei fratelli Pang. La protagonista è Sydney Wells, interpretata da Jessica Alba. Sydney Wells è una giovane e bella violinista di successo, cieca dall’età di cinque anni, che riacquista la vista grazie ad un trapianto di cornee, donate da un misterioso donatore. Quando Sydney ricomincia a vedere si trova di fronte a visioni terrificanti che la faranno sprofondare in un incubo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità