I pomodori mutanti di Fukushima

Fukushima

Leggi l'aggiornamento: Le verdure mutanti di Fukushima? Una bufala

Gli effetti del disastro di Fukushima stanno arrivando alla catena alimentare? Questa foto viene da un sito Web coreano, e sono state apparentemente scattate in coltivazioni in prossimità della centrale, distrutta dal terribile sisma del 2011, il peggior disastro nucleare dai tempi di Chernobyl. In totale, contando quelle fatte dal terremoto, dal maremoto e dall'esplosione, le vittime sono state oltre 18mila, e tutta la regione è stata invasa dalle radiazioni del reattore fuori controllo.

Pomodori mutanti devastati da tumori, pesche “siamesi” che raddioppiano la propria sagoma, funghi da forme mai viste o addirittura rape a cinque punte: queste le immagini che hanno cominciato a circolare diffusamente in Rete, sollevando inquietanti interrogativi sulla salute dei giapponesi. Qualcuno ha anche ipotizzato la bufala, visto che il sito non indica dove di preciso sia stata fotografata la frutta e la verdura, o altri dati che possano mettere in correlazione le immagini e il disastro. Ma altri progetti d'informazione avevano già documentato gli effetti delle radiazioni della centrale di Fukushima, con dovizia di dettagli e localizzazione.

Uno di questi si chiama Fukushima Diary ed è un progetto giornalistico indipendente nato con lo scopo di non far cadere il silenzio sul dramma che sta vivendo l’area. Fukushima Diary aveva diffuso scatti di melenzane siamesi, mele deformi, cetrioli e pomodori mutanti. In alcuni casi, le anomalie possono essere dovute a parassiti o altre malattie, ma l'enorme concentrazione di queste problematiche intorno a Fukushima fa ovviamente pensare agli effetti della centrale. E altri agricoltori erano stati fotografati alle prese con cavolfiori giganti, di dimensioni triple rispetto alla norma. Al momento però non sono ancora stati fatti studi organici per capire l'effettivo impatto delle radiazioni sull'agricoltura in prossimità del reattore.

E purtroppo non c’è soltanto l’agricoltura a soffrire delle radiazioni di Fuskushima. La pesca è praticamente sparita nella regione, perché nella fauna ittica trovata intorno alla centrale sono state registrate radiazioni 2500 volte oltre il limite legale. L’animale simbolo è Mike the Murosoi, il pesce tirato su dalla baia di Fukushima, nel pressi del primo reattore. Anche le controanalisi della Tepco, l’azienda proprietaria della centrale, hanno confermato l’altissima radioattività di Mike. E le radiazioni hanno colpito anche le farfalle. I ricercatori negli ultimi tre anni ne hanno analizzate e catalogate da tutta la regione, e hanno riscontrato diverse anomalie: occhi dentati o deformi, ali dalla forma anomala.
   








Videonews - Fuga di vapore dal reattore nucleare di Fukushima. Sfoglia la playlist e segui tutte le videonotizie di Yahoo!