I travestimenti di Arcore

Nuovi particolari e nuove maschere sulle serate di Berlusconi. E’ Marysthelle Polanco, una delle Olgettine e testimone del processo Ruby, che racconta al settimanale Oggi cosa avveniva alle «cene eleganti» di Arcore. «Da Boccassini mi sono vestita quattro o cinque volte. Lui è rimasto di stucco. Poi facevo Obama, Whitney Houston...» ha affermato la showgirl. Il travestimento più richiesto? La suora sexy, con completini da burlesque sotto la tonaca.

La «hit dell'estate» di Marysthelle Polanco

«Io ho visto la Minetti e Barbara Faggioli vestite da suore. Iris Berardi faceva Ronaldinho, Linsay Barizonte invece D’Alema o Di Pietro, in base alle news del giorno», spiega ancora la Polanco. E adesso, dopo lo scandalo e i processi? «Ad Arcore continuano le cene» assicura Marysthelle. «Ma lui ha detto che vuole ricominciare a fare anche il dopocena», confessa. «Siamo sempre le stesse, Berlusconi non sa che tra noi non ci parliamo, perché non gli piace che si litighi. Ci fingiamo amiche, ma si è rotto qualcosa».

Il modello Antonio: «Ruby mi voleva pagare per fare sesso con lei»

Alla Polanco, Berlusconi avrebbe detto di mantenere 42 ragazze: «Secondo me sono di più. Lui si regola in base alle esigenze: se hai un figlio, se prima dello scandalo lavoravi di più… Io prima avevo Mediaset e le serate. Ora a Mediaset neanche i casting. Li gestisce Pier Silvio, che non è contento di questa storia, e non ci fa più lavorare». La Polanco parla anche dei suoi rapporti con l’ex premier: «Lo amo, ma è un amore diverso...Non ho fatto sesso con lui. L’ho baciato? Sì sì, sulle labbra, sulle guance, sulla testa, ovunque».

Arcore? «Un puttanaio, per essere fine»

Ricerca

Le notizie del giorno