IAA Mobility, tutto pronto per il debutto a Monaco

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 ago. (askanews) - Tutto pronto per il debutto dell'IAA Mobility a Monaco dal 7 al 12 settembre, dopo il trasferimento da Francoforte dove il Salone dell'auto si è tenuto ad anni alterni con Parigi dal 1951. La nuova sede e il nuovo format di Salone della Mobilità "diffuso" in diverse parti della città, è stata voluta dalla Vda, l'Associazione tedesca del settore auto, con l'obiettivo di fare della capitale della Baviera una "piattaforma" globale per lo sviluppo della mobilità del futuro. L'IAA è anche il primo evento in presenza di queste dimensioni che si svolge in Germania, dove il settore delle Fiere ha visto andare in fumo 40 miliardi di euro causa covid.

L'IAA aprirà i battenti il 6 settembre per la stampa e il 7 pomeriggio per il pubblico alla presenza della cancelliera Angela Merkel, che visiterà alcuni stand del Salone. All'IAA saranno presenti 700 espositori fra brand di auto, bici, aziende tech e fornitori con 100 premieres mondiali e 250 veicoli sostenibili (38 modelli di 15 case) da testare nella "Blue Lane", che collegherà Messe Munchen con diverse parti della città. La connettività sarà garantita da una rete 5G.

"La mobilità del futuro ha trovato la sua 'casa' a Monaco. La neutralità climatica è un obiettivo in cui crediamo fortemente, investiremo 150 miliardi al 2025, ma dobbiamo decidere come arrivarci. Bisogna prendere decisioni importanti che tengano conto delle diverse esigenze di mobilità. Solo lavorandoci tutti insieme, con cittadini e consumatori, possiamo fare della transizione in corso una storia di successo", ha detto Hildegard Muller presidente della Vda, l'associazione tedesca dell'automotive.

Il momento per il settore è ancora difficile: in Europa la perdita di volumi rispetto ai livelli pre-covid è intorno al 25%. "I prezzi delle materie prime e la mancanza di alcuni componenti pesano e ci colpiscono in un momento di grandi investimenti: con l'IAA vogliamo dimostrare che siamo pronti ad affrontare le sfide che ci attendono", ha spiegato Muller.

Rigide le misure di controllo sanitario. Per accedere all'IAA bisogna essere vaccinati oppure guariti dal Covid. In alternativa bisogna aver effettuato un tampone nelle 24 ore precedenti, o in loco prima di accedere. La capienza massima è fissata in 50mila persone, di cui 30mila nelle aree all'aperto in città con accesso gratuito. "Abbiamo lavorato duramente sui protocolli, andare a una Fiera non è più rischioso che andare in un centro commerciale o al ristorante. Vogliamo dimostrare che si può fare una manifestazione di questa dimensione in sicurezza e che il settore Fiere è pronto a ripartire", ha detto Klaus Dittrich, presidente e Ceo della Fiera di Monaco.

L'IAA intende proporsi come piattaforma incentrata sul confronto con cittadini e consumatori per comprendere e dare una risposta alle diverse esigenze di mobilità. Per questo accanto alle case auto, dove pesano assenze importanti come Stellantis e quasi tutti i brand giapponesi, ma anche debutti come la cinese Great Wall Motor, saranno presenti 70 brand di biciclette e di soluzioni di micro-mobilità sostenibile. Molti i momenti di confronto e dibattito con oltre 500 relatori coinvolti.

L'IAA di Monaco sarà suddiviso in diverse aree: il Mobility Summit alla Fiera di Monaco con le anteprime mondiali e le conferenze, gli "Open Space" in diverse parti della città con le più interessanti novità del settore auto e bici che si potranno provare sulla Blue Lane e il Mobility Citizen Lab, a Marienplatz, con discussioni e workshop aperti al pubblico. Molti degli eventi saranno trasmessi in streaming nella sezione IAA Mobility Virtual.

Nei giorni del Salone sono previste manifestazioni di protesta di ambientalisti e critici verso il comparto auto che la presidente Vda ha auspicato siano pacifiche. "Riteniamo fondamentale il confronto e la discussione, ma spero che le manifestazioni non siano violente perché con la violenza non ci può essere dialogo", ha detto Muller.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli