Ibrahimovic contro Lukaku: da Raiola allo United, le origini dell'antipatia tra i due

Francesco Manno
·1 minuto per la lettura

Nel corso di Inter-Milan sono volate parole grosse tra Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku. L'attaccante svedese ha tirato fuori una storia del passato sui riti voodoo che avrebbero influito nella scelta del belga di lasciare l’Everton per il Chelsea. Una storia che fece discutere, anni fa, in Inghilterra. I due attaccanti giocarono insieme, nelle fila del Manchester United.

L'esperienza in Inghilterra non fu fortunata per entrambi. Zlatan subì una serie di infortuni che lo spinsero poi a lasciare l’Europa per l’MLS. Dopo il ritorno in campo post-infortunio al crociato, lo svedese capì che il suo posto era stato occupato da un altro centravanti: Romelu Lukaku. I due erano rappresentati dal potente procuratore sportivo Mino Raiola. Poi però qualcosa si ruppe. Il belga cambiò agente affidandosi a Roc Nation per la parte dei diritti d’immagine e a Federico Pastorello per la parte sportiva.

Inter-Milan | Jonathan Moscrop/Getty Images
Inter-Milan | Jonathan Moscrop/Getty Images

Pensare che qualche tempo fa, Lukaku parlò così di Ibrahimovic: "Mi riconosco in Zlatan. Ci capiamo. Poche persone lo sanno, ma all’epoca mi aiutò molto. È un campione. Non si arrende mai". Nel match di Coppa Italia disputatosi ieri a San Siro i due calciatori non hanno certamente dimostrato affetto reciproco.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan, dell'Inter e della Serie A.