Ibrahimovic espulso durante Parma-Milan: ecco cos'è successo

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

La vittoria del Milan sul campo del Tardini è stata macchiata dall'espulsione di Zlatan Ibrahimovic, che ha lasciato i compagni in dieci dal 60' e avrebbe potuto compromettere l'esito della sfida contro il Parma. Si tratta del primo cartellino rosso in Serie A a nove anni dall'ultima volta: il precedente risale a febbraio 2012 con il Napoli. Il Giudice Sportivo valuterà l'accaduto, ma non si esclude una pesante stangata. Qual è la causa che ha spinto l'arbitro Maresca a espellere Ibra?

Zlatan Ibrahimovic | Jonathan Moscrop/Getty Images
Zlatan Ibrahimovic | Jonathan Moscrop/Getty Images

I due hanno un piccolo battibecco in mezzo al campo per un fallo subito da Ibrahimovic. L'azione prosegue per pochi secondi, arrestandosi successivamente per un altro episodio questa volta giudicato irregolare da Maresca. Punizione per i rossoneri, ma Ibrahimovic non ha ancora digerito il metro di giudizio del direttore di gara e chiede chiarimento. Le proteste del bomber rossonero sono ritenute eccessive e meritevoli di un cartellino rosso, che scatena la furia di Gianluigi Donnarumma: "Ma cosa stai facendo? Bisogna fare sempre i protagonisti...".

Al termine della partita, il tecnico Stefano Pioli ha voluto calmare le acque e salvaguardare la posizione di Ibrahimovic. Queste le sue dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: "Zlatan mi ha detto di aver discusso per un po' con l'arbitro, ma non gli ha mancato di rispetto e assolutamente non l'ha offeso".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.