Ice: divieto export in Gb carne macinata non per salumi Italia

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 mar. (askanews) - L'Help desk dell'Ufficio dell'Agenzia Ice di Londra ha fornito un chiarimento sui divieti di importazione in Gran Bretagna di carne macinata refrigerata, congelata o preparazioni a base di carne a causa della Brexit dopo l'1 aprile 2021. Secondo una precisazione fornita dal British Meat Industry "il divieto non si applica a carni rosse macinate e preparazioni a base di carne sottoposte a congelamento (temperatura interna non superiore a - 18 °C)", quindi i salumi italiani sono esclusi.

"Le definizioni di carne e preparazione di carne sono riferite a quelle incluse nell'Annex I del Regolamento CE 853/2004. I nostri più famosi prodotti a base di carne cotta e salumi (salumi, salame, salsiccia stagionata, prosciutto crudo e cotto, bresaola, speck, pancetta, coppa, mortadella, nduja ecc.) ovviamente non sono soggetti a tale divieto e possono essere scambiati regolarmente - riferisce l'Ice - Poiché tutti i prodotti sopra elencati sono stagionati o stagionati e cotti, rientrano nei prodotti a base di carne e non nelle preparazioni. Le salsicce crude invece sono considerate preparati a base di carne".

Il testo che parla dei divieti di esportazione riferisce che "dalla fase 2, Prohibitions & Restrictions sui POAO si applicherà integralmente come per qualsiasi altro paese terzo. Ciò significa che le imprese dell'UE non saranno in grado di esportare carne macinata refrigerata (manzo, agnello, maiale, pollame), carne macinata congelata (pollame), preparazioni di carne refrigerata (tutte le specie) dal 1° aprile 2021".