Identificato un cluster in uno stabile in Spagna: il contagio potrebbe essere diffuso negli ascensori

·1 minuto per la lettura
Covid focolaio palazzina
Covid focolaio palazzina

Accade a Bilbao in Spagna. In una palazzina di 16 anni si è venuto a creare un focolaio che avrebbe già portato a ben 33 persone risultate positive al tampone. Di queste 5 sarebbero decedute. Un bilancio alquanto problematico se si pensa che si possa essere propagato in un ambiente relativamente ristretto quale quello di una palazzina. Ma com’è possibile che si sia sviluppata una tale situazione. Stando a quanto riportano i media locali la colpa potrebbe essere riconducibile ai due ascensori del palazzo della capienza di 5 persone.

Covid, Spagna: focolaio in una palazzina

33 persone risultate positive di cui 5 decessi. Questo il bilancio drammatico che è scaturito in seguito allo scoppio di un focolaio in una palazzina di Bilbao in Spagna. Stando a quanto riportato dai media locali il contagio si sarebbe propagato grazie a due ascensori della capienza di 5 posti ciascuno all’interno della palazzina. Una vicenda lunga più di un mese con il primo caso positivo che risalirebbe allo scorso 9 gennaio anche se la vicenda è diventata di dominio pubblico il 25 gennaio quando sono partiti i test nei confronti dei residenti della palazzina.

I giorni successivi è avvenuta la sanificazione dei locali considerati luoghi di contagio eppure nonostante ciò il numero dei casi positivi non ha cessato di crescere e con esso il numero dei decessi il primo dei quali è avvenuto il 21 gennaio così come ha raccontato El Pais. Successivamente sono deceduti un uomo di 84 anni, mentre qualche giorno fa sono deceduti due fratelli di 73 e 75 anni.