Identificazione possibile grazie ai tatuaggi che si era fatto come effettivo della Legione Straniera

giallo molina cadavere
giallo molina cadavere

Manca ancora l’ufficialità ma sarebbe stato risolto il giallo di Molina di Fiemme: il corpo sarebbe di Andrea Ghirardi, un 44enne originario di Villadose. I media spiegano che l’identificazione del corpo ritrovato lo scorso 2 maggio è stata resa possibile grazie ai tatuaggi che Andrea aveva sul corpo, parte dei quali si era fatto come effettivo della  Legione Straniera. Erano stati i carabinieri della territoriale a diffondere i tatuaggi sul corpo di quell’uomo ormai irriconoscibile ed un amico aveva riconosciuto i tatuaggi dell’uomo trovato in Trentino e si è messo in contatto con i militari.

Risolto il giallo di Molina di Fiemme

In queste ore, spiega l’Ansa, gli investigatori hanno già raggiunto i familiari per la comparazione del Dna. Andrea infatti aveva con un passato avventuroso nel II Rep della Legione straniera francese e secondo quanto trapela il 44enne era solito allontanarsi da solo per lunghi periodi, senza dare notizie. Ecco perché i familiari non avevano dato immediatamente l’allerta. A trovare il cadavere un escursionista a spasso con il proprio cane in una zona impervia e poco frequentata.

Un legionario abituato a stare solo

Andrea aveva pochi oggetti accanto a sé e pare si fosse costruito un riparo di fortuna: i militari avevano trovato un taccuino, su cui compare la scritta “inizio digiuno”, poi un rudimentale calendario scritto a mano a partire dallo scorso 30 luglio. L’ultima data riportata era il 4 ottobre 2021 e in fondo a quelle pagine spiegazzate c’era la scritta “crematemi”. LPN Andrea.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli