Identità e reputazione dell'utente: garantisce la blockchain

·2 minuto per la lettura

Oltre un miliardo di persone in tutto il mondo non ha un'identità verificabile e, tra gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, c'è proprio la volontà di garantire che ogni essere umano sulla terra ne abbia una entro il 2030. Attraverso le tecnologie blockchain.

L'uso della blockchain per gestire l'identità offre un livello di garanzia che consente di operare con fiducia anche sulle piattaforme commerciali e finanziarie: le start-up FinTech stanno adottando in massa sistemi per la gestione delle identità tramite biometria, sistemi a loro volta collegati alla blockchain per registrare l'affidabilità o meno degli accessi. La startup con sede a Malta Covery.ai offre, per esempio, un approccio di gestione del rischio su vasta scala attraverso Trustchain, un database globale sulla reputazione degli accessi: ogni volta che un membro della community Covery esegue un controllo dell'identità del cliente, i risultati vengono aggiunti a Trustchain e confrontati con gli oltre 400 milioni di record disponibili. Così facendo, se il tuo potenziale cliente utilizza un identificatore che in passato faceva parte di uno schema fraudolento segnalato, potrai ricevere una notifica immediata e respingere la transazione: “Con Trustchain il business riduce il numero di bot e truffatori fino al 40% utilizzando solo i record di reputazione di 12 identificatori utente: e-mail, ID carta, telefono, IP, dominio e-mail, ID account di sistema, impronta digitale del dispositivo, ID dispositivo, ID Entity, ID personale, IBAN, SWIFT”.

Un altro operatore, Kount, recentemente acquisito da Equifax, offre un'esperienza simile grazie alla sua Identity Trust Platform. Si tratta di un sistema in grado di valutare i livelli di rischio e fiducia per ogni operazione eseguita dai clienti, dalla creazione dell'account al deposito di denaro, dai pagamenti ai prelievi. Soluzioni come queste, in sostanza, agevolano nella prevenzione da frodi e nella gestione dei rischi che ogni azienda deve affrontare quotidianamente. Un numero elevato di aziende, inoltre, utilizza Open Commerce, un'API per la gestione dell'identità del client collegata all'interfaccia per la verifica dell'identità del client, a sua volta collegata a un'altra interfaccia per registrare l'identità del client e così via. Tutte procedure che potrebbero essere verificate e registrate tramite blockchain. Un nuovo report pubblicato da ReportLinker certifica il potenziale delle soluzioni di gestione dell’identità su blockchain che crescono a un tasso annuo di quasi il 71% e prevede come, tra il 2021 e il 2025, il mercato globale di riferimento possa crescere fino a 3,58 miliardi di dollari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli