Ikea Genova al fianco di Helpcode per favorire diritto studio bambini

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 set. (askanews) - Da oggi al 18 settembre, in vista del rientro fra i banchi di scuola, IKEA Genova ha scelto di sostenere Helpcode attraverso una raccolta di materiale scolastico a supporto di famiglie che vivono in condizioni di difficoltà, con l'obiettivo di contribuire a un sereno inizio di anno scolastico per più bambini e bambine possibile.

I visitatori del negozio IKEA Genova potranno così sostenere l'impegno di Helpcode - organizzazione che dal 1988 opera, in Italia e nel mondo, per tutelare i diritti delle bambine e dei bambini affinché possano diventare adulti consapevoli e realizzare i propri sogni - acquistando pennarelli, matite colorate e pastelli, album da disegno, acquerelli e tempere, astucci e zaini da lasciare nell'apposita casetta situata dopo le casse. Inoltre, all'interno del negozio, Helpcode sarà presente con uno stand dove i visitatori che lo desidereranno potranno conoscere più da vicino l'impegno e i progetti promossi dall'Organizzazione.

"Da sempre in IKEA ci impegniamo a garantire il diritto di bambini e bambine ad un'infanzia fatta di gioco, di creatività, e soprattutto di possibilità di imparare. Attraverso un piccolo gesto come la raccolta di materiale scolastico, vogliamo contribuire ad augurare un sereno ritorno sui banchi di scuola a tutti i bambini della nostra comunità", dichiara Umberto Locati, Responsabile negozio di IKEA Genova.

Il materiale scolastico raccolto da IKEA Genova verrà utilizzato nell'ambito del progetto P.A.C.E. Percorsi di accoglienza comunitaria ed educativa. Il progetto, il cui pilota si è concluso alla fine dello scorso anno scolastico, ha l'obiettivo di supportare bambine e bambini ucraini rifugiati nel loro inserimento scolastico all'interno di tre scuole primarie e secondarie di primo grado del capoluogo ligure. I materiali donati, accanto alle attività previste che coinvolgeranno non solo i bambini ma tutta la comunità educante, saranno fondamentali per farli sentire veramente accolti senza barriere o pregiudizi.

"Il nostro lavoro a favore dei bambini e delle loro comunità, in Italia e all'estero, è reso possibile anche grazie alla collaborazione con aziende virtuose, come IKEA, che scelgono di sostenere i nostri progetti e che al contempo rappresentano per noi un volano per lo sviluppo delle realtà in cui siamo presenti - dichiara Matteo Cavalleroni, Segretario Generale di Helpcode - Ci tengo pertanto a ringraziare IKEA per aver scelto Helpcode come proprio partner sul territorio genovese, dandoci così la possibilità di favorire il diritto allo studio dei piccoli rifugiati ucraini scappati dall'orrore della guerra".