Il 15 settembre a Roma si tiene l’assemblea annuale di AssoDistil

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 13 set. (askanews) - Dopodomani, giovedì 15 settembre, si svolgerà a Roma l'assemblea annuale di AssoDistil, l'associazione che promuove il settore distillatorio in Italia e all'estero rappresentando oltre 60 distillerie industriali, pari al 95% della produzione nazionale di acquaviti e di alcol etilico prodotto da materie prime agricole. L'edizione 2022, che prenderà il via alle alle 10.30 all'Hotel Quirinale di via Nazionale 7, avrà come titolo "Ieri, oggi e domani. Tra esperienza e cambiamento!" e vedrà un ragionamento sulle prospettive future dell'industria italiana in generale e, in particolare, del settore distillatorio. Nel corso dei lavori saranno presentati i dati aggiornati del mercato della Grappa in Italia a cura di Nomisma.

"A fronte di un contesto di mercato post-pandemia ancora complesso e imprevedibile, soggetto ai contraccolpi del conflitto russo-ucraino in termini di interruzioni di approvvigionamento e al conseguente aumento dei prezzi e ad azioni di speculazione sui prodotti energetici e sulle materie prime e sussidiarie, l'Italia rischia una profonda crisi inflazionistica (accelerata dalla caduta del governo Draghi) con gravi conseguenze sulle finanze pubbliche e sulle aziende. Lo sviluppo del settore energetico, dell'economia circolare e il ripensamento dell'intera catena di approvvigionamento di materie prime ed energetiche sono gli obiettivi fondamentali per un ripensamento dell'economia nazionale che sappia cogliere le sfide e le opportunità del mercato globale" si legge in una nota diffusa da AssoDistil, in cui si sottolinea che "in questo contesto, il settore distillatorio, sempre più attento alle tematiche ambientali, può dare ulteriore dimostrazione della propria strategicità". "Grazie alla loro collocazione tra l'agroalimentare e l'energetico - conclude la nota - le distillerie sono capaci di dar valore, creare ricchezza e lavoro come pochi altri comparti sono in grado di fare".

All'introduzione del presidente AssoDistil, Antonio Emaldi, seguiranno numerosi interventi, tra cui i contributi di Emanuele Di Faustino (Senior project manager Nomisma Osservatorio sul mercato della grappa), Simona Lamorte (Dipartimento Icqrf ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali), Giovanni Perrella, Segreteria tecnica Dgmereen-Dgsaie ministero dello Sviluppo economico), Pierluigi Ascani (presidente Format Research Osservatorio congiunturale industria dei distillati) e Roberto Galdi, direttore dell'ufficio Controlli accise, energie e alcoli dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli. Durante la conferenza sarà trasmesso il videomessaggio con i saluti istituzionali degli onorevoli Paolo De Castro, Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale Parlamento europeo, e Filippo Gallinella, presidente Commissione Agricoltura della Camera.

L'evento si concluderà alle 13.30 con una degustazione di grappe ed acquaviti.