Il 18enne era stato ucciso da uno stampo in acciaio alla Bc Service di Noventa di Piave

Giuliano De Seta
Giuliano De Seta

Ci sono quattro indagati per la morte di Giuliano De Seta avvenuta durante uno stage: il 18enne era stato ucciso da uno stampo in acciaio alla Bc Service di Noventa di Piave, in provincia di Venezia. E Repubblica ha spiegato che in queste ore il sostituto procuratore Antonia Sartori ha iscritto nel registro degli indagati 4 persone. Chi sono le persone a cui è stata notificata l’informazione di garanzia?

Quattro indagati per la morte di Giuliano

L’amministratore unico della società, poi la preside dell’istituto tecnico frequentato dal ragazzo, un docente e il responsabile della sicurezza della Bc Service. A tutti e quattro è contestato in ipotesi l’omicidio colposo in concorso. Le mansioni di polizia giudiziaria sono affidate ai carabinieri di San Donà di Piave e allo Spisal dell’Usl del Veneto orientale. La morte di Giuliano aveva sollevato dubbi e proteste studentesche sui protocolli dell’alternanza scuola-lavoro.

Lo sciopero e il nodo alternanza scuola-lavoro

Il funerale del 18enne dovrebbe invece tenersi la prossima settimana e in ordine a quel momento i  sindacati del Veneto hanno proclamato un’ora di sciopero in tutti i luoghi di lavoro della regione. E Fanpage spiega che  “solo quest’anno, prima di Giuliano, Lorenzo Parelli, 18 anni, è morto al suo ultimo giorno di stage in Friuli. Poco dopo, a febbraio, il 16enne Giuseppe Leonoci morì in un incidente stradale a bordo del furgone di un’azienda nella quale stava facendo lo stage”.