Il 21enne era annegato nel lago di Como e la Caldart di Belluno terrà le esequie di sabato gratis

Favour Igboh
Favour Igboh

Una bella storia che parte da un fatto bruttissimo: l’agenzia funebre non vuole guadagnare per il funerale di Favour Igboh, il  21enne era annegato nel lago di Como nel pomeriggio di lunedì 22 agosto e la Caldart di Belluno terrà le esequie di sabato senza margine di profitto. La società dunque ha stabilito di di rinunciare al guadagno per le esequie del 21enne morto annegato. Domani, sabato 10 settembre alle ore 15 nella chiesa evangelica di via Cal de Messa, 2, a Sedico, ci sarà l’ultimo saluto a Favour.

L’agenzia funebre non vuole guadagnare per il funerale

Il Gazzettino ha raccontato la storia: la famiglia Igboh, già schiantata dal dolore, si era scontrata con preventivi da pagamento medio di circa 6mila euro e i genitori del 21enne sono operai, non ricchi. Aveva detto il papà: “Stiamo valutando di seppellire Favour a Como: anche se il nostro desiderio è quello di portarlo vicino a noi: non riusciamo ad affrontare la spesa per il trasporto”.

La raccolta fondi della Sest di Limana

La Sest di Limana, dove lavora il padre di favour, era partita con una raccolta fondi dei colleghi e l’azienda si è offerta di coprire le spese. Come se non bastasse l’agenzia funebre Caldart di Belluno si è fatta avanti ed ha fatto la sua offerta gratuita, nel senso che non vuole margine di guadagno ma solo spese di trasporto da Como, funzione e cremazione, vale a dire circa 2mila euro. Ha detto il padre del ragazzo: “Non ho mai conosciuto una persona così. Fabio Da Pian mi ha commosso per la sensibilità che ha dimostrato verso di noi”.