Il 23enne Jack Sepple si dichiara colpevole dell’omicidio della canadese Ashley Wadsworth

La vittima, Ashley Wadsworth
La vittima, Ashley Wadsworth

Orrore nel Regno Unito, dove una 19enne viene uccisa a coltellate dal fidanzato: lo aveva conosciuto su un’app di dating. I media britannici spiegano che il 23enne Jack Sepple si è dichiarato colpevole dell’omicidio della canadese Ashley Wadsworth e lo ha fatto nella sede del tribunale della Chelmsford Crown Court  in Essex. Sepple è stato messo agli arresti per aver ucciso la fidanzata Ashley.

Uccisa a coltellate dal fidanzato

Il cadavere della vittima venne ritrovato il primo febbraio in un appartamento di Chelmsford. Secondo quanto emerso dal dibattimento Jack avrebbe pugnalato Ashley al petto diverse volte e senza alcun movente agli atti. La coppia si era conosciuta tramite app di dating. Poi le cose erano andate come spesso succede: la chat, l’amore ela decisione di Ashley di trasferirsi dal Canada all’Inghilterra.

Il trasferimento dal Canada e l’orrore

E dopo quello che un’entusiasta 19enne aveva definito “incredibile viaggio a Londra” c’era stato l’epilogo terribile e criminale, con Jack che l’aveva uccisa. I genitori della vittima non erano inquieti perché Ashley sembrava felice ed era stata sempre una goobe trotter malgrado la giovane età. I media spiegano che il giudice Christopher Morgan ha detto a Sepple: “Con la tua dichiarazione di colpevolezza di omicidio c’è solo una sentenza che può essere emessa ed è l’ergastolo“.