Il 29 aprile apre a Londra Eataly: è il primo punto vendita in Uk

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 26 apr. (askanews) - Il 29 aprile Eataly apre a Londra il primo punto vendita nel Regno Unito, a Broadgate, accanto alla stazione di Liverpool Street. Si tratta di un punto vendita di 4mila metri quadrati che ospiteranno quattro ristoranti, di cui uno all'aperto, il mercato e La scuola. Si parte con l'apertura del mercato, del servizio di ristorazione da asporto e della ristorazione all'aperto de La Terrazza. Seguiranno l'apertura dei ristoranti al chiuso e l'avvio de La scuola il 20 maggio, e l'inaugurazione del ristorante Terra a settembre.

Il mercato di Eataly Londra offrirà oltre 5.000 prodotti italiani - molti dei quali nel Regno Unito per la prima volta - e specialità locali di eccellenza, includerà banchi freschi come panificio, macelleria, pescheria, e salumi e formaggi. Più di 2.000 etichette di vino faranno parte della cantina di Eataly Londra la più grande cantina di vini italiani d'Europa al di fuori dell'Italia, mentre il caseificio produrrà quotidianamente mozzarella e formaggi freschi. La Via del Dolce offrirà torte appena sfornate, pasticceria, cannoli e gelato artigianale, e per chiudere il Gran Caffè illy. La Terrazza ospiterà l'Aperol Spritzeria con cocktail, vino e birra. Importante è la sezione di ricarica per i prodotti sfusi, la prima area di questo tipo in un Eataly, per ridurre ancor più l'impatto ambientale degli imballaggi.

"Siamo felici di aprire finalmente le porte di Eataly Londra per portare il nostro amore per la cultura enogastronomica italiana anche nel Regno Unito e dare spazio a molti produttori italiani che vi arrivano per la prima volta - ha commentato l'amministratore delegato di Eataly, Nicola Farinetti - Lo stare insieme è al centro dei valori del nostro marchio e, seguendo e implementando tutte le misure di sicurezza necessarie, non vediamo l'ora di aprire il nostro nuovo Eataly per celebrare artigiani appassionati e cibo italiano di alta qualità in una realtà dinamica come Londra".