Il 33enne di Rovereto è stato trovato privo di vita nella frazione di Marco dai carabinieri

Il povero Manuel Godoy
Il povero Manuel Godoy

Tragedia assurda in Trentino, dove Manuel Godoy è morto dissanguato in casa dopo che si era ferito con i vetri della portafinestra. Il 33enne di Rovereto è stato trovato privo di vita dai carabinieri che erano stati allertati poco prima. Un decesso tragico, quello di Manuel, originario di Trento, tragedia scoperta dopo che i vicini avevano sentito un gran trambusto nel suo appartamento e, nel corso dell’ultimo fine settimana, avevano allertato i militari della territoriale.

Manuel Godoy morto dissanguato

Sul posto erano perciò giunti i carabinieri ed i vigili del fuoco di Trento, ma purtroppo per Manuel era ormai troppo tardi. Il giovane infatti si era ferito a morte e giaceva in una pozza di sangue con profondi tagli inferti causati dai vetri rotti della portafinestra. Il giovane è morto dissanguato in maniera talmente massiva e veloce che non ha avuto il tempo di lanciare egli stesso alcun allarme.

Morte accidentale e dolore sui social

Le indagini son state avviate dai carabinieri di Rovereto, che hanno indicato nella tragica morte di Manuel un evento accidentale ed ascrivibile ad un terribile incidente domestico. La morte di Manuel ha gettato nel dolore gli amici che sui social gli hanno voluto tributare post e messaggi di cordoglio. Uno di essi recita:  “Eri bello come il sole, una luce della quale tutti ne volevano un pezzetto”.