Il 38enne risulta inserito nell’elenco dei decessi per virus ma le cause cliniche sono "incerte"

·1 minuto per la lettura
Francesco Matta
Francesco Matta

Arriva dalla Sardegna la controversa e dolorosa vicenda di Francesco Matta morto a Selargius, il giovane uomo era positivo al Covid ma il perché del decesso è tutt’ora da considerarsi incerto perché non vi sono ancora elementi clinici che avvalorino come il virus ne abbia direttamente determinato la scomparsa.

Francesco Matta morto a Selargius, aveva il covid ma non è chiaro se sia morto di covid

L’elemento va chiarito e chiarito bene perché nei giorni che si sono susseguiti alla scomparsa del 38enne si erano innescate proteste di molti che non avevano gradito il nesso eziologico diretto fra la morte di “Kekko” e il Covid prima dei necessari accertamenti medici.

Inserito nell’elenco dei decessi Covid ma il dato certo e terribile è solo che Francesco Matta è morto a Selargius

Sta di fatto che il Il 38enne risulta inserito nell’elenco dei decessi per virus ma le cause cliniche sono da appurare: lui era si positivo al Covid secondo gli esami tanatologici dell’ospedale Santissima Trinità, ma la causa del suo decesso è ancora da accertare clinicamente. Quello che invece è certo è che la morte di Francesco ha sconvolto tutti, i suoi affetti, i suoi amici e quanto ne avevano apprezzato le doti umane e professionali.

Il dolore immenso di una comunità e di chi amò Francesco Matta, il 38enne morto a Selargius

Ogni soccorso per lui era stato vano e si era giunti ad un funerale straziante ed ancor più sofferto perché alla data del 27 gennaio, secondo i media locali, Kekko risultava ancora un morto certo per Covid e non un morto “con Covid”. Quello che ci si augura è solo che il 38enne e quanti sono condannati allo strazio di sentirne la mancanza trovino pace e serenità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli