Il 7 settembre al Circo Massimo Thegiornalisti: una grande festa

Il 7 settembre al Circo Massimo Thegiornalisti: una grande festa

Roma, 28 ago. (askanews) – E’ iniziato il countdown per il grande spettacolo del 7 settembre, al Circo Massimo di Roma, quando i Thegiornalisti celebreranno i loro 10 anni di carriera. Una grande festa della musica, con ospiti, sorprese, e arrangiamenti originali. Come annunciano, ad askanews, gli stessi componenti della band.

Marco Primavera è il batterista, co-fondatore di Thegiornalisti: “Sarà un concerto slegato da tutto quello che abbiamo fatto finora, una festa, un evento unico. E’ una cosa totalmente diversa dai tour che abbiamo fatto fino adesso”.

Marco Musella, detto “rissa”, è il chitarrista, altro cofondatore della band. “Oltre che un concerto sarà la nostra festa, sarà un evento per noi pazzesco, non è un concerto come gli altri, un evento in cui festeggiamo la nostra storia, abbiamo delle sorprese”. “Il Circo Massimo è la location migliore di Roma, forse anche il Colosseo non era male, ma non si fanno li i concerti. E’ un posto bellissimo dove possiamo abbracciare tutti i nostri fan. Sarà sicuramente molto emozionante. Mai nella mia vita avrei immaginato che un giorno avrei suonato al Circo Massimo”.

“E’ uno spazio enorme dove ci hanno suonato artisti del calibro dei Rolling Stones, Roger Water. Abbiamo passato l’estate senza pensarci, adesso che siamo tornati e siamo in sala prove, iniziamo a concentrarci di più, a essere più serrati”.

Le vendite per il concerto stanno andando bene. Come conferma Marco Musella: “I numeri precisi delle vendite non li so perché non li voglio sapere, perché sono certo che le cose andranno bene. So dall’entourage che stanno andando benone, sono tranquillo. Sono sicuro che arriverò al Circo Massimo e vedrò una folla sterminata di persone”.

E i riti scaramantici prima dell’esibizione? “Mi chiudo nel mio spazio, nel mio ambiente, mi metto musica rilassante per calmare il fuoco che ho dentro. Poi quando salgo sul palco cambia la faccenda”. “Mi faccio preparare un vodka lemon leggero da un amico che suona con noi, Leo Pari, mezz’ora prima di salire sul palco”.