Il bagno? Gli italiani lo preferiscono social

Il 52 per cento ha risposto di desiderare un sistema autopulente e autoigienizzante, il 32 per cento di desiderare una piccola spa casalinga. (Desivero)
Il 52 per cento ha risposto di desiderare un sistema autopulente e autoigienizzante, il 32 per cento di desiderare una piccola spa casalinga. (Desivero)

Il bagno è la stanza preferita della casa e il 73 per cento degli italiani lo vive in modo social. Quello del futuro? Meglio se si pulisce da solo, magari con un sistema autoigienizzante. E’ quanto emerge da una ricerca condotta sull’ambiente bagno da Desivero, la prima piattaforma digitale di servizi per il consumatore nell’ambito della termo-idraulica e dell’arredo bagno.

L’indagine ha chiesto agli utenti come vivono il rapporto con il bagno. Gli italiani mentre sono in bagno chattano con gli amici e navigano in internet. Per la metà degli intervistati (55 per cento), il bagno si conferma l’ambiente preferito della casa, seguito dalla camera da letto (32 per cento) e dalla cucina (13 per cento). La maggior parte degli intervistati ha dichiarato di essere molto attenta al consumo idrico, mettendo in pratica piccoli accorgimenti come chiudere l’acqua mentre si lava i denti o utilizzare lo scarico ridotto dello sciacquone. Solo il 18 per cento ha detto di fare lunghi bagni e docce infinite.

Uno sguardo al futuro. Il 52 per cento ha risposto di desiderare un sistema autopulente e autoigienizzante, il 32 per cento di desiderare una piccola spa casalinga e il 16 per cento vorrebbe l’implementazione di una tecnologia che riduca il consumo d’acqua. La differenza di genere emerge anche in bagno.

Differenze uomo e donna. Le donne dimostrano di essere più digital degli uomini: il 41 per cento, infatti, fa acquisti per il bagno online, contro il 21 per cento degli uomini che preferiscono, invece, punti vendita fisici. L’altra grande differenza di genere riguarda l’idraulico: il 62 per cento delle donne lo chiamo usando il web, mentre il 67 per cento degli uomini si rivolge al proprio professionista di fiducia.