Il bilancio è di due vittime

·2 minuto per la lettura
Ambulanza
Ambulanza

Terribile incidente mortale a Faenza. Una Cinquecento si è scontrata contro una Ducati con una coppia a bordo. Sono morti entrambi.

Incidente a Faenza, scontro tra auto e moto: due morti

Terribile incidente mortale a Faenza. Lo schianto tra l’auto e la moto è stato così violento da sbalzare dalla sella la coppia di motociclisti. Il conducente della moto Ducati, Mauro Parente, di 45 anni, è morto sul colpo, mentre la donna che era con lui è stata immediatamente intubata, ma purtroppo è morta poco dopo, durante il trasporto d’urgenza al Bufalini di Cesena. L’uomo era residente nel comune di Terre del Reno, in provincia di Ferrara. L’incidente è avvenuto in via Emilia, in prossimità di Cosina, frazione di Faenza.

Incidente a Faenza: la dinamica

L’incidente è avvenuto intorno alle 19 di domenica 5 settembre. Con il passare delle ore la dinamica è stata chiarita. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, la moto della coppia procedeva sulla statale in direzione Forlì-Faenza. In quel momento una Fiat500L che procedeva in direzione opposta, ha svoltato a sinistra in via Corleto, verso Prada. L’automobilista è rimasto illeso, ma è stato trovato completamente sotto choc. Non si era reso conto dell’arrivo della mota. L’impatto è stato devastante. La coppia di motociclisti è volata sull’asfalto e purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Incidente a Faenza: via Emilia è rimasta chiusa

A chiamare i soccorsi sono stati altri due automobilisti, che hanno assistito alla scena. Sul posto sono intervenuti i mezzi del 118, con due ambulanze, un’auto medica e l’elicottero. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco per le operazioni di messa in sicurezza e rimozione dei mezzi incidentati e la polizia municipale di Faenza, per regolare la viabilità che era andata in tilt. Quel tratto di via Emilia è rimasto chiuso in entrambi sensi per lungo tempo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli