Il Bologna affonda il Cagliari, 2-0 al Dall'Ara

·2 minuto per la lettura

AGI - Il Bologna ritrova il successo dopo tre turni di astinenza, battendo il Cagliari nel posticipo dell'undicesima giornata di Serie A.

Allo stadio Dall'Ara finisce 2-0 grazie ai sigilli di De Silvestri e Arnautovic, che permettono alla squadra di Mihajlovic di agganciare la Juve a 15 punti insieme a Verona ed Empoli, costringendo però gli uomini di Mazzarri a restare ancorati in ultima posizione.

Succede pochissimo in un primo tempo giocato a ritmi bassi e privo di particolari occasioni da rete. Soltanto a ridosso della mezz'ora i sardi hanno una potenziale chance in ripartenza con Zappa, che calcia debolmente tra le braccia di Skorupski. Anche prima dell'intervallo Marin ci prova su punizione, mettendo di poco alto sulla traversa. 

La ripresa invece si apre con il botto, ma a passare in vantaggio è il Bologna al 49': Medel verticalizza, Arnautovic fa un ‘velo' pazzesco per De Silvestri, che davanti a Cragno non fallisce l'1-0. Al 66' gli emiliani vanno ad un passo dal raddoppio con Arnautovic che, servito da Barrow, si vede respingere un tiro a botta sicura dal portiere ospite.

Il Cagliari non riesce a reagire e all'83' viene salvato dal palo, decisivo nel respingere una conclusione velenosa del neo entrato Sansone, che avrebbe potuto chiudere anticipatamente la sfida. Nel finale si scaldano gli animi e si accende anche una rissa in area bolognese, nata da un gesto antisportivo di Caceres nei confronti di Dominguez, che ovviamente ne fa le spese rimediando un cartellino rosso.

I sardi, nonostante l'inferiorità numerica, ci provano fino all'ultimo e in pieno recupero vanno ad un passo dal pareggio con Lykogiannis, respinto provvidenzialmente da un super Skorupski. Dall'altra parte invece ci pensa Arnautovic a chiuderla in contropiede per il definitivo 2-0.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli