Il Bonus rilancia le terme di Abano, in sicurezza per le feste

·1 minuto per la lettura
featured 1553984
featured 1553984

Roma, 20 dic. (askanews) – Le Terme di Abano e Montegrotto sono la più grande area termale d’Europa con 100 strutture alberghiere e più di 200 tra piscine e aree spa-benessere di ultima generazione. Dopo lo stop causato dal Covid e grazie al bonus terme, le strutture ripartono in sicurezza, in vista delle festività natalizie. La stragrande maggioranza degli alberghi sono infatti riconosciuti dal Servizio Sanitario Nazionale e hanno al proprio interno personale medico.

L’acqua della zona è un unicum in Europa: è un’acqua ipertermale che sgorga naturalmente a 87° e viene raffreddata per poi essere utilizzata nelle piscine e nei centri benessere. Importante anche il legame con il territorio, ricco di bellezze naturali.

Umberto Carraro, Presidente Consorzio Terme Colli: “Oltre alle acque termali uniche al mondo siamo al centro dal territorio veneto, a poco distanza da Verona, Venezia, Padova e Vicenza e siamo nel cuore del Parco naturale dei Colli euganei, terra ricchissima e tutta da scoprire”.

Bonus terme da ripetere? “Sicuramente il bonus terme ha avuto tanti lati positivi, come quello di riavvicinare la platea alle terme, ha sofferto di alcune difficoltà – forse il fatto che fosse il primo lancio – andrà rimodulato, riproposto dando più attenzione ai trattamenti legati alla salute e alla prevenzione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli