Il borgo del Molise che ti ospita gratis se porti un libro

·2 minuto per la lettura

La speranza che quest’estate potremo finalmente tornare a muoverci ha spinto l’amministrazione comunale di Macchiagodena (Molise) a realizzare una generosa iniziativa turistico-letteraria: ospitare gratis gli avventori che doneranno un libro al piccolo paesino montano in provincia di Isernia.

Molise, il comune che ti fa dormire gratis se regali un libro

Il progetto ‘Genius Loci’ punta a stupire i viaggiatori con la passione per la lettura e lo slow turism con uno slogan chiaro e accattivante: “Portami un libro e ti regalo l’anima”.

Dietro una promessa tanto impegnativa e un accordo importante con strutture alberghiere e b&b del luogo, risiede la volontà di far ripartire l’economia locale e al contempo diffondere la cultura, in totale controtendenza con la vacanza mordi e fuggi che, prima della pandemia, stava prendendo piede.

LEGGI ANCHE: -- A Roma c'è la fontana dei libri: ecco la sua particolarità

Ma come funziona? Le regole sono poche e semplici: basta contattare gli uffici comunali, appuntarsi le date disponibili per il pernottamento gratis (è prevista la possibilità di prenotare anche più notti) e poi giungere a Macchiagodena con un libro e una dedica.

Il messaggio deve spiegare il motivo per cui si è scelto di regalare proprio quel libro, che andrà lasciato nella piazzetta della Lettura, di fronte al Castello longobardo che già ospita la sede italiana de ‘I borghi della lettura’.

Il turista avrà la possibilità di godersi qualche giorno immerso nel silenzio degli Appennini a 850 metri sul livello del mare e assaporare le delizie culinarie del luogo: dalla polenta alle conserve, dal tartufo al vino!

Prima di lasciare Macchiagodena, chi avrà preso parte all’iniziativa dovrà raccontare quali sono le impressioni ricevute dal posto, dalle persone e gli insegnamenti dell’esperienza di viaggi. Così facendo, il comune metterà insieme queste note in una raccolta che racconta il progetto stesso invogliando, ne siamo sicuri, altri turisti amanti della lettura.

Foto: Shutterstock