Il braccio di ferro sugli sbarchi prosegue con nuove misure più rigide di Parigi verso Roma

Il ministro Gerald Darmanin
Il ministro Gerald Darmanin

Migranti, la Francia rafforzerà controlli alle frontiere con l’Italia ed il braccio di ferro sugli sbarchi prosegue con nuove misure più rigide di Parigi verso Roma annunciate dal ministro dell’Interno Gerald Darmanin. Ha detto il titolare dell’Interno: “La Francia adotterà, nelle prossime ore, misure di rafforzamento dei controlli alle nostre frontiere interne con l’Italia”.

La Francia rafforzerà controlli alle frontiere

Darmanin ha elencato le misure che Parigi intende adottare a seguito della crisi sull’Ocean Viking. Fra di esse “il rafforzamento delle nostre frontiere mostrerà che, sfortunatamente, possiamo impedire un certo numeri di passaggi dalla frontiera italiana”. Il minstro poi ha deplorato il comportamento “inaccettabile” dell’Italia per non aver concesso di attraccare in uno dei suoi porti alla Ocean Viking con i suoi migranti. Questo secondo Darmanin quando “era, senza alcun dubbio, nell’area di ricerca e soccorso italiana“.

“Conseguenze sulla relazione bilaterale”

E ancora: “La Francia si rammarica profondamente che l’Italia non abbia deciso di comportarsi da Stato europeo responsabile. La gestione dei flussi migratori nel Mediterraneo è un problema europeo che riguarda tutti noi, che chiede una risposta europea”. Poi la chiosa truce: “La Francia tirerà le conseguenze dell’atteggiamento italiano che si ripercuoteranno su tutti gli altri aspetti della sua relazione bilaterale”.