Il Cairo, auto si schianta contro ospedale e esplode: 19 morti

egitto auto contro ospedale

In Egitto, un’automobile è esplosa dopo essere stata lanciata a marcia indietro e ad alta velocità contro altre vetture davanti all’Istituto nazionale per il Cancro del Cairo. Il bilancio parziale è di 19 i morti e 32 i feriti. Il ministero della salute ha stabilito lo stato di allerta “per gestire la situazione e assicurare la migliore assistenza possibile alle persone coinvolte”.

L’esplosione dell’automobile

Secondo quanto ha riferito il portavoce del ministero della Salute egiziano Khaled Megahed, l’automobile procedeva contromano ad alta velocità sulla Corniche al Maadi e ha investito diverse vetture innescando un’esplosione davanti all’Istituto nazionale per il Cancro del Cairo. Lo scoppio avrebbe scatenato un pauroso incendio vicino agli uffici amministrativi dell’istituto che ha coinvolto gran parte dell’ospedale. Sul posto sono giunte 42 ambulanze per portare i feriti, che sarebbero più di 32, all’ospedale Nasser. Il ministro della Salute Hala Zayed li ha visitati per comprendere meglio le loro condizioni, affermando che: “Una unità di crisi è stata istituita per gestire ogni possibile sviluppo della tragedia”. Le persone morte nell’incendio sarebbero 19 e si tratterebbe di semplici passanti e automobilisti secondo quanto ha riferito l’agenzia Mena che ha interpellato l’ufficio stampa dell’Università del Cairo. Il rettore dell’ospedale ha stabilito l’istituzione di una commissione tecnica per capire quali e quanti danni l’incendio ha causato all’edificio. Inizialmente si era diffusa la notizia che l’esplosione era stata provocata da una bombola di ossigeno all’ospedale oncologico del Cairo, poi le indagini in corso, avviate dal pm egiziano Nabil Ahmed Sadeq, hanno evidenziato una dinamica differente.