Il calciatore dell’Everton arrestato per pedofilia: ex Miss Islanda lo lascia

·1 minuto per la lettura
(AP Photo/Rui Vieira)
(AP Photo/Rui Vieira)

L'arresto di Gylfi Sigurdsson con l'accusa di reati sessuali su minori, ha gettato delle ombre sul giocatore dell’Everton. Il 31enne centrocampista di Reykjavík sarebbe stato rilasciato su cauzione e adesso si troverebbe in una "safe house", una sistemazione messa a disposizione dalla società inglese per tenerlo al riparo dall’assalto mediatico.

Se in Inghilterra sono ancora cauti sulla vicenda, in Islanda, terra di origine del calciatore, molti sponsor sono già fuggiti. Secondo il sito del giornale islandese Morgunbladid, la principale catena di supermercati del Paese ha già rimosso dai propri negozi tutte le bevande con il volto di Sigurdsson.

Anche la privata del calciatore, che continua a negare le accuse, ha risentito dello scandalo. Secondo il Daily Mail, la moglie Alexandra Ivarsdottir, ex Miss Islanda, avrebbe già lasciato il tetto coniugale per tornare in Islanda dai genitori.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

GUARDA ANCHE: In Irlanda il purgatorio della Chiesa dopo gli scandali di pedofilia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli