Il caldo estremo renderà una parte del mondo inadatta alla vita

·1 minuto per la lettura
featured 1532754
featured 1532754

Milano, 28 ott. (askanews) – Dall’Europa all’India, dal Medioriente all’Africa è stato un altro anno di temperature record. E se non si agisce contro i cambiamenti climatici i fenomeni atmosferici estremi come le ondate di calore lunghe e intense saranno sempre più frequenti e pericolosi.

Secondo alcuni studi se le cose continuano così fra 30 anni le temperature in alcune zone dell’Africa e del Medio Oriente saranno così alte da rendere impossibile la vita all’esterno. Con gravi conseguenze su persone e animali.

“Non c’è turismo, non ci sono pesci, non c’è cibo per animali perché quando la temperatura aumenta muore tutto il raccolto”, dice Razak Jabbar, dall’Iraq.

“Il meteo negli Emirati Arabi è sempre diverso: a volte ci sono 45 gradi, a volte 49, a volte arriva a 52. E noi dobbiamo lavorare a prescindere dalla temperatura, quando usciamo noi abbiamo preparato il nostro corpo e la nostra mente per lavorare all’esterno. Non abbiamo altra scelta se non lavorare nel caldo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli