Il camice bianco in questione era legato ad Ippocrate.org e aveva curato a distanza Mauro Gallerani

·1 minuto per la lettura
Il dottor Alberto Dallari
Il dottor Alberto Dallari

Per il decesso di Mauro Gallerano, il no vax ferrarese morto dopo le terapie domiciliari, è stato indagato per omicidio colposo dalla Procura di Reggio Emilia il suo medico. Secondo una presunzione di reato che dovrà essere verificata e confortata da un’eventuale maturazione della prova in dibattimento il dottor Alberto Dallari di Ippocrate.org avrebbe curato a distanza il paziente.

No vax morto, indagato il medico che lo aveva curato “alternativamente”

Il geriatra e psicoterapeuta 67enne è stato quindi iscritto nel registro degli indagati con le accuse di omissione di soccorso e omicidio colposo. Quelle ipotesi sono in relazione alla morte di Mauro Gallerani, il 68enne no vax deceduto di Covid-19 da pochi giorni.

Indagato il medico di Ippocrate.org che aveva dato cure alternative al no vax morto

La vittima si era sottoposta alle famigerate “cure telefoniche” che Ippocrate.org fornisce a chi non si fida del vaccino anti covid. Era stato ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Ferrara in un secondo momento ed era morto. Gli uomini della polizia giudiziaria estense hanno perquisito l‘abitazione del dottor Dallari.

Medico indagato per il no vax morto, l’associazione smentisce contatti con la vittima

Il medico sarebbe legato ad Ippocrate.org, associazione finita già al centro di polemiche per il famoso convegno in Senato sulle cure domiciliari. Il medico risulterebbe nella lista di assistenza dell’associazione, ma la stessa ha fatto sapere che “non ci sono prove di un contatto” tra Gallerani e il sito.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli