Il cane Fido sarà sepolto con il suo padrone

·3 minuto per la lettura

AGI - Compagni di vita, di gioco e anche dell'ultimo viaggio. È arrivato l'ok della giunta comunale di Genova alla delibera che consente la tumulazione delle ceneri degli animali di affezione nella tomba o nel loculo del padrone defunto o nella tomba di famiglia. Genova è la prima grande città della Liguria (prima in assoluto è stata Albenga, ndr) ad applicare la legge 15/2020 della Regione che disciplina questo ambito.

Nella delibera comunale, inoltre, i certificati anagrafici e di stato civile, in formato digitale, diventano esenti dal pagamento dei diritti di segreteria e del rimborso spese, salvo il rimborso dovuto dai cittadini ai soggetti aderenti alla convenzione "Reti diffuse".

In più si ridefinisce, riducendone i confini, l'ambito di applicazione della tariffa che si applica per le fotografie e le riprese effettuate presso il Cimitero Monumentale di Staglieno, nell'ottica di incentivare la diffusione e la conoscenza del suo patrimonio storico, artistico ed architettonico.

Il Comune ricorda che "la tumulazione degli animali di affezione nella tomba o nel loculo del padrone defunto o nella tomba di famiglia viene autorizzata se l'animale è appartenuto al concessionario defunto o ad una delle persone defunte indicate dal concessionario quali aventi diritto alla sepoltura, oppure, nei casi in cui il concessionario non si sia avvalso di tale facoltà, qualora l'animale da compagnia sia appartenuto ad una delle persone defunte aventi diritto alla sepoltura".

Le tariffe di tumulazione supplementare per le ceneri di animali da compagnia o di affezione sono le stesse che si applicano nel caso di tumulazione supplementare delle ceneri di persona. Non è ammessa in ogni caso la tumulazione di ceneri di animali di affezione appartenenti a persone viventi. Nella delibera si delimita anche la nozione di "uso commerciale" prevista dalla tariffa per le riprese televisive e fotografiche effettuate all'interno del Cimitero Monumentale di Staglieno.

"Il Cimitero di Staglieno, che Hemingway defini' una delle meraviglie del mondo, è uno dei Cimiteri Monumentali più importanti d'Europa, un vero e proprio museo a cielo aperto che da sempre esercita un grande fascino sui turisti, per le sue imponenti sculture e la sua storia - spiega l'assessore al turismo e marketing territoriale Laura Gaggero - La possibilità di effettuare gratuitamente foto e riprese televisive all'interno del cimitero è una valida forma di promozione turistica e contribuisce alla diffusione di immagini anche iconiche, che hanno ispirato fotografi, artisti e musicisti, tra i quali i Joy Division che, nel 1980, hanno scelto le opere di Staglieno per la copertina di due dischi".

Per "uso commerciale" si intende la sola vendita e commercializzazione di foto o riprese TV o cinematografiche, oppure la loro realizzazione per spot od altri servizi pubblicitari. Saranno escluse da tale nozione le riprese legate a opere cinematografiche, fiction, documentari, libri, guide e altre pubblicazioni con finalita' artistica, culturale e divulgativa. 

Ciò per favorire la valorizzazione, la conoscenza e la diffusione del patrimonio storico, artistico ed architettonico del Cimitero Monumentale di Staglieno. Per il vicesindaco e assessore ai servizi civici Massimo Nicolo', "si tratta di provvedimenti diversi ma che rispondono all'esigenza comune di migliorare la vita dei genovesi e l'immagine della nostra Città".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli