Il capo del Cremlino è uno dei clienti che da tutto il mondo hanno sempre prediletto quel “classico”

Putin con la cravatta Marinella
Putin con la cravatta Marinella

Per la parata del 9 maggio e per tenere il suo discorso “urbi et orbi” Vladimir Putin ha indossato una cravatta di Marinella, il capo del Cremlino infatti è (allo stato dell’arte “era”) uno dei clienti che da tutto il mondo, specie fra i potenti, hanno sempre prediletto quel “classico”. E a confermare la sua scelta ci ha pensato proprio uno che di cravatte Marinella se ne intende, visto che si chiama Maurizio Marinella e che le fa lui.

Putin ha indossato una cravatta di Marinella

All’Agi ha detto: “Si tratta di un modello gran classico ed elegante”. La cravatta in questione è un vero evergreen: il modello iconico ‘Punta a spillo’ blu e bianco. Ha insinuato Marinella: “Forse una di quelle regalategli da Silvio Berlusconi“. L’artigiano di fama sartoriale mondiale ha fornito le sue cravatte a presidenti e capi di Stato di tutto il mondo. E per sua stessa ammissione proprio Silvio Berlusconi è stato il suo cliente più “devastante” in termini di richieste. Non è affatto escluso quindi che quella indossata da Vladimir Putin possa davvero essere una di quelle donate a lui dal leader azzurro all’epoca del loro “sodalizio” oppure una di quelle ordinate direttamente dal presidente russo. Pare infatti che lo “zar” in cassetto ne abbia almeno 300.

Al collo di decine di capi di stato e di governo

Nella boutique a Riviera di Chiaia ci sono le prove provate delle decine di capi di stato e governo che hanno scelto Marinella: Donald Trump, Emmanuel Macron, Nicolas Sarkozy, da Benjiamin Netanyahu, Bill Clinton, Juan Carlos e poi fra gli italiani anche Giorgio Napolitano, Francesco Cossiga, Giulio Andreotti e Vittorio Emanuele di Savoia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli