Il capo del Cremlino aveva indetto quella parziale per circa 250mila riservisti il 21 settembre

Vladimir Putin
Vladimir Putin

La mobilitazione militare voluta da Vladimir Putin è terminata: ecco quanti soldati ha alla vigilia del 250mo giorno di guerra. Il capo del Cremlino aveva indetto quella parziale per circa 250mila riservisti lo scorso 21 settembre e il suo decreto ha prodotto un numero di “coscrizioni” decisamente inferiore.

Ecco quanti soldati ha mobilitato Putin

Quanti sono i mobilitati? Fonti dirette dicono che la campagna di reclutamento si è conclusa con 80 mila soldati russi che sono stati inviati in poco più di un mese al fronte dopo essere stati addestrati in maniera basica. Sono soldati che dovranno contrastare il contrattacco delle truppe ucraine, più che avanzare e lo scenario tattico è del tutto cambiato su questi tuti i quadranti con la battaglia di Kherson ormai data per imminente.

Lo “zar” promette nuove armi alle truppe

Dal canto suo Vladimir Putin durante un incontro con il ministro della Difesa di Mosca, Sergei Shoigu ha anche annunciato “nuove armi per le truppe di terra che si dimostreranno valide in azione. I compiti più importanti sono in questo momento: equipaggiamento, addestramento, coesione dei cittadini mobilitati”. Putin ha anche accusato di nuovo Volodymyr Zelensky di  “rifiutare i negoziati con la Russia su ordine degli Stati Uniti“.