Il carabiniere ferito a Foggia: "Amarezza per militare ucciso"

webinfo@adnkronos.com
di Silvia Mancinelli "In questo momento il mio pensiero va al Brigadiere ed alla sua famiglia. Quando ho appreso la notizia, ho rivissuto i tragici momenti che mi hanno visto coinvolto lo scorso 13 aprile a Cagnano Varano, in provincia di Foggia. Sono molto triste e amareggiato per quanto accaduto e vorrei esprimere la mia profonda vicinanza alla famiglia del collega, che sta vivendo momenti di enorme dolore". Lo ha detto all’Adnkronos Pasquale Casertano, il carabiniere 26enne originario di Caserta ferito a un braccio e a un fianco da Giuseppe Papantuono, l’assassino del maresciallo maggiore e vicecomandante della stazione di Cagnano Varano, Vincenzo Di Gennaro.

di Silvia Mancinelli "In questo momento il mio pensiero va al Brigadiere ed alla sua famiglia. Quando ho appreso la notizia, ho rivissuto i tragici momenti che mi hanno visto coinvolto lo scorso 13 aprile a Cagnano Varano, in provincia di Foggia. Sono molto triste e amareggiato per quanto accaduto e vorrei esprimere la mia profonda vicinanza alla famiglia del collega, che sta vivendo momenti di enorme dolore". Lo ha detto all’Adnkronos Pasquale Casertano, il carabiniere 26enne originario di Caserta ferito a un braccio e a un fianco da Giuseppe Papantuono, l’assassino del maresciallo maggiore e vicecomandante della stazione di Cagnano Varano, Vincenzo Di Gennaro.