Il carisma travolgente della debuttante Lous and the Yakuza

Milano, 4 nov. (askanews) - Basta ascoltare poche note della giovane rapper Lous and the yakuza per capire che ha davvero della stoffa. Belga ma originaria del Congo, cresciuta tra Ruanda ed Europa ha debuttato nelle radio italiane con il singolo "Dilemme".

"La mia storia è comune a quella di molti immigranti, con storie di guerra e di povertà. Quando sono arrivata con i miei genitori in Ruanda, ho trovato un paese distrutto dal genocidio di 10 anni prima, per me è stato molto duro, ma anche tornare in Belgio è stato difficile. Ho cercato di costruire la mia carriera dopo che mi sono diplomata, ero una ragazza nera senza nessun appoggio e tutte le porte erano chiuse. Ma io ci ho creduto.

Anche i genitori, le hanno voltato le spalle lasciandola sola.

"I miei genitori sono entrambi dottori e vengono da villaggi, per loro lo studio era la cosa più importante, non capivano perchè io volessi dedicarmi solo alla musica e per questo hanno tagliato i rapporti. Ho vissuto per strada ma la musica era il mio obiettivo e ci sono riuscita".

Il suo stile musicale è unico: elegante e influenzato dalla strada. Nel singolo "Dilemme" c'è tutto il suo mondo.

"Sono molto emotiva e sempre in collegamento con i miei sentimenti, passo dalla tristezza alla gioia ma è tutto reale. Questo è quello di cui parla "Dilemme", della difficoltà di conciliare te stesso con gli altri. Le persone che ho amato di più nella mia vita sono anche quelle che mi hanno fatto più male".

Lous ha colmato di forza e determinazione il suo corpo e il suo cuore, e sulla fronte ha tatuato il simbolo di quello che è lei.

"Significa che lo le braccia aperte e lo sguardo rivolto verso l'alto, è un gesto che si fa quando ti succede qualcosa di meraviglioso o quando chiedi aiuto perchè sei triste, ecco io sono tutto questo".

In tre anni la carismatica cantautrice ha realizzato 7 EP e 52 brani e ha cantato su centinaia di palchi in Belgio. E ora si prepara a conquistare il mondo.