Il castello scozzese sulle rive del Dee non era solo il rifugio dei momenti bui ma qualcos’altro

Elisabetta II a Balmoral
Elisabetta II a Balmoral

Ha fatto molta impressione il fatto che la neo premier del Regno Unito Liz Truss sia stata la prima a non essere investita a Londra dalla Regina Elisabetta, e sul perché la sovrana abbia in un certo senso scelto il Castello di Balmoral per morire ci sono due motivi, uno pubblico ed uno privato. Quel castello scozzese nel mezzo delle Higlands sulle rive del fiume Dee non era solo il rifugio dei momenti bui ma era stato anche qualcos’altro: il suo perfetto nido d’amore con Filippo, marito gaffeur ma spiritosissimo e forse la sola persona al mondo capace di strappare un sorriso fuori protocollo alla regina.

Elisabetta ha scelto Barlmoral per morire

E sul perché la Sovrana abbia voluto cessare la sua esistenza terrena proprio a  Balmoral c’è un altro motivo. In Scozia la regina aveva trovato sempre conforto, aveva tenuto delicati summit della “Firm”, la Famiglia reale, lontano dalle orecchie di Buckingham Palace  e soprattutto aveva potuto gestire i momenti più bui della sua esistenza.

Gli anni bui fino alla morte di Lady D

Fra quelli spiccò il periodo che va dalla separazione fra Carlo e Diana fino alla morte della principessa triste nel 1997. Ma su tutto, secondo gli studiosi ed i biografi, svettano quei momenti indimenticabili col marito Filippo al fianco, prima che il resto della famiglia poi raggiungesse i coniugi in estate.