Il centrodestra resta unito, ma Lega rimane nella maggioranza: l'annuncio di Salvini

·2 minuto per la lettura
Lega Salvini centrodestra
Lega Salvini centrodestra

La Lega resterà nella maggioranza, ma il centrodestra rimarrà unito. Questo è ciò che è emerso a seguito dell’incontro tra i leader di centrodestra Berlusconi, Salvini e Meloni che, dopo una campagna elettorale che ha portato a risultati sotto tono, si sono riuniti per fare il punto della situazione. Molti i temi sul piatto, dalle elezioni del Presidente della Repubblica, alla manovra fiscale, alla legge elettorale. “Il sistema proporzionale significa il caos”, ha affermato a questo proposito il leader della Lega.

Lega Salvini centrodestra, “Abbiamo il dovere di lavorare compatti”

Il leader della Lega Salvini a seguito del vertice di centrodestra con i due leader di Forza Italia e Fratelli d’Italia ha parlato di come il dialogo con il Presidente del Consiglio Mario Draghi sia importante: “Io parlo con Draghi e cerco di tenere il centrodestra unito: sono queste le due mie priorità […] Un centrodestra unito penso sia un vantaggio per Draghi“. Ai giornalisti ha inoltre dichiarato che sarà importante lavorare compatti: “Abbiamo il dovere di lavorare compatti, il primo atto di compattezza sarà sulla legge di bilancio, il mio obiettivo è di andare unitamente da Draghi, sia chi è in maggioranza sia chi è all’opposizione, e di portargli la richiesta del centrodestra per il taglio delle tasse”.

Lega Salvini centrodestra, “Sistema proporzionale significa caos”

Durante il vertice di centrodestra c’è stato spazio per una riflessione sul sistema elettorale attuale: “Il sistema proporzionale significa il caos, vogliamo un sistema elettorale che la sera ti dice chi vince e governa”. Salvini a questo proposito ha precisato che il sistema elettorale attualmente vigente “va bene” pur spiegando che: “se qualcuno a sinistra vuole modificare l’attuale legge va bene, ma in senso più maggioritario”.

Lega Salvini centrodestra, spazio alle elezioni del capo dello Stato

Infine il leader del Carroccio, rispondendo alle domande dei cronisti, ha affermato che nel prossimo periodo ci sarà spazio per una riflessione sulla elezione del Presidente della Repubblica: “ne riparleremo più avanti, si vota a febbraio”, ha spiegato Salvini. Ha tuttavia precisato: “Il centrodestra voterà compatto, su mille elettori 450 sono di centrodestra, quindi di qua dovrà passare”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli