Il Cile è il paese con più persone immunizzate

·1 minuto per la lettura
Vaccini Cile primo al mondo
Vaccini Cile primo al mondo

Con oltre 4 milioni di iniezioni effettuate e una media di 1,08 dosi giornaliere ogni 100 abitanti, il Cile diventa il primo paese al mondo per numero di vaccini somministrati. Dopo i dubbi iniziali di alcuni cittadini, il sottosegretario alle relazioni economiche internazionali del Ministero degli Esteri ha spiegato che ora le persone sono ben informate e si sottopongono volontariamente alla vaccinazione.

Vaccini: Cile primo al mondo

Il paese sudamericano si trova al primo posto nella classifica stilata dall’Università di Oxford relativa al numero di persone immunizzate nei diversi stati del mondo. In Cile queste ammontano a 4.225.613 secondo gli ultimi dati aggiornati a mercoledì 10 marzo. Una cifra resa possibile grazie ad uno “sforzo dell’assistenza primaria, dei sindaci e del governo” che hanno allestito centri vaccinali in ogni luogo disponibile, dalle chiese agli stadi fino alle palestre e alle scuole.

Lo stato ha ordinato dieci milioni di dosi dall’azienda statunitense Pfizer, un numero simile dalla cinese Sinovac e il resto da AstraZeneca, Johnson & Johnson e dal meccanismo COVAX sostenuto dalle Nazioni Unite volto a distribuire vaccini nei paesi più poveri. “Il Cile è un paese molto connesso nel mondo“, ha aggiunto il sottosegretario Yanez che ha spiegato la strategia adottata per velocizzare la campagna.

Vale a dire quella di “deporre le uova in cesti diversi scommettendo su una varietà di vaccini nessuno dei quali aveva alcuna garanzia di successo. A ciò si è aggiunto un bassissimo livello di scetticismo: meno del 20% della popolazione rifiuta di vaccinarsi mentre il restante 80% è ben informato e non ha più dubbi. L’obiettivo finale è quello di creare l’immunità di gregge per proteggere tutte le famiglie.