“Il cinema italiano ha abbandonato mio padre”, lo sfogo di Elisabetta Villaggio su Facebook

“Non starà al meglio, certo. Ma il cinema italiano lo ha abbandonato, invece mio padre c’è”. Elisabetta Villaggio, la figlia di Paolo, ha pubblicato questo messaggio mercoledì pomeriggio sulla sua pagina Facebook. Un messaggio chiaro contro l’universo del cinema in Italia a pochi giorni dalla serata della premiazione dei David di Donatello. Il post ha raggiunto 3mila e 200 like sul social, con una valanga di commenti.


Il pubblico social ha inondato di like il post, manifestando tutto il suo apprezzamento al “ragionier Fantozzi”. Il post, che ha il sapore di uno sfogo, seppur pacato, è succeduto ad un altro status: “Salve a tutti, scrivo qui da parte di mio padre che non usa i social. Lui voleva dire a Valeria Bruni Tedeschi che è una grande attrice, comica, gentile e divertente. P.s. Speriamo che il messaggio arrivi, grazie”.

La riflessione non ha lasciato indifferente il mondo social, tanto da far scrivere a Elisabetta Villaggio un altro post: “Non volevo scatenare un putiferio. In realtà volevo solo dire che a mio padre manca molto il cinema, la sua grande passione alla quale ha dedicato tutta la vita. Grazie”. I commenti degli utenti sono una sfilza di attestati di stima per papà Paolo: “Paolo Villaggio è un mito, altro che dimenticato. Di certo, non da noi” scrive un’utente, mentre un’altra: “Io non lo so nemmeno chi vada a camminare sui Red Carpet… ma io ho a casa la collezione di tutti i Fantozzi… e li guardo pure quando li danno in televisione… Paolo sei nei nostri cuori tutti giorni…”. E via su questo tenore. Paolo Villaggio per la rete e gli appassionati di cinema è sempre un mito.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità