Il cittadino può fare il poliziotto e arrestare il delinquente in flagranza. Lo dice la Cassazione

Il numero di rapine denunciate all’autorità giudiziaria dalle forze di polizia: nel 2010 erano 33.754 nel 2016 sono calate del 2,48% passando a 32.918 (Getty)

Il codice di procedura penale ha un articolo, il numero 383, che ha conosciuto davvero pochissime applicazioni. Esso recita: “Ogni persona è autorizzata a procedere all’arresto in flagranza”, quando si tratta di certi reati perseguibili d’ufficio e a condizione di consegnare “senza ritardo” alla polizia l’arrestato e il corpo del reato.

L’episodio

Nell’ufficio postale di Cosenza lo scorso 11 novembre, una donna 37enne di origine romena, nullafacente e senza fissa dimora, aveva rubato la carta Postamat di una donna di quarant’anni, scagliandola a terra con violenza. A fermarla e a trattenerla fino all’arrivo dei carabinieri sono stati alcuni cittadini presenti.

La sentenza del tribunale

Secondo le toghe locale, l’arresto non era da convalidare poiché “non avevano assistito allo svolgimento dell’episodio criminoso né avevano rinvenuto direttamente il profitto del reato”, in questo caso la carta Postamat rubata. Un dipendente dell’ufficio, infatti, aveva strappato di mani la carta alla romena per restituirla alla legittima proprietaria.

Il ricorso in Cassazione

La suprema corte ha smontato pezzo per pezzo le tesi del tribunale. “Sebbene i carabinieri fossero intervenuti solo post crimen patratum”, cioè a reato ormai compiuto, “e senza rinvenire alcuna traccia della consumazione del reato”, per la Cassazione lo stato di flagranza era determinato dal fatto che la colpevole era stata inseguita, “immediatamente dopo i fatti, dalla persona offesa e da coloro che si trovavano all’interno dell’ufficio postale”.

Aumenta la possibilità dei cittadini

La Cassazione ha interpretato il concetto di flagranza in maniera più ampia. Questo offre ai cittadini una maggiore possibilità di intervenire per bloccare i criminali colti sul fatto. Il cittadino, almeno nei casi di retai come furti e rapine, può fare il poliziotto. Nel momento in cui arrivano le forze dell’ordine, l’arresto è quindi valido.