Il cliente era munito del dispositivo di protezione

·1 minuto per la lettura
Prostituta multata
Prostituta multata

Con il nuovo Dpcm la mascherina rimane obbligatoria sia nei luoghi al chiuso che nei luoghi all’aperto, come era già stato stabilito dal Governo. Si tratta di una misura fondamentale per riuscire a contenere la diffusione del virus, soprattutto ora che i contagi continuano a salire. Non tutti, però, indossano il dispositivo di protezione individuale nel modo in cui dovrebbero.

Prostituta multata a Bologna

A Bologna, così come nelle altre città, la polizia sta effettuando controlli a tappeto, per riuscire a far rispettare tutte le regole previste dai Dpcm firmati da Giuseppe Conte. Durante uno dei controlli per verificare il rispetto delle misure di prevenzione anti-Covid, i carabinieri hanno beccato una prostituta che non indossava la mascherina. La donna aveva deciso di non utilizzare il dispositivo di protezione individuale, nonostante il suo cliente la indossasse. Il fatto è accaduto nella zona di Borgo Panigale. I carabinieri hanno spiegato che il cliente in compagnia della donna è stato solo identificato, perché indossava correttamente la mascherina. La donna, invece è stata multata.

La storia della prostituta multata perché non indossava la mascherina è solo uno dei casi accaduti a Bologna, dove molte altre persone hanno deciso di non rispettare le regole. Un uomo di 33 anni è stato multato e denunciato perché era ubriaco e privo di mascherina mentre minacciava i passanti in Via Matteotti. A Monterenzio un uomo di 23 anni è stato denunciato per aver violato l’isolamento fiduciario, uscendo di casa in anticipo nonostante fosse risultato positivo al virus. I Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna, in una sola giornata, hanno identificato 671 persone e controllato 502 veicoli e 124 esercizi pubblici.